Utente 758XXX
Buonasera,
mi sono sottoposta ad alcune sedute di laser alexandrite, zona braccia e baffetti, l'ultima fatta oggi.
Tra circa 15 giorni vado in ferie al mare, l'infermiera dello studio medico mi ha detto che devo stare molto attenta al sole e di mettermi la protezione totale ogni 2 ore.
Ma non mi ha saputo dire se il sole provoca dei danni alla pelle con questo tipo di trattamento, mi ha solamente riferito che mettersi la protezione fa parte del protocollo.
Potete dirmi se ci sono problemi se mi espongo al sole??
Grazie per la vs. disponibilità
[#1] dopo  
Dr.ssa Elena Paglia
24% attività
20% attualità
4% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Buongiorno,
il rischio è che la cute esposta ai raggi solari si possa macchiare. Non solo,
se si abbronza dovrà rimandare la seduta successiva fino a quando non avrà perso tutta l'abbronzatura.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,
perfettamente in sintonia con la collega che mi ha preceduto, ritengo che sia rischioso per le zone trattate con laser esporsi al sole.....ma anche a lampade abbronzanti. Questo significa che anche semplicemente passeggiare durante una giornata soleggiata, potrebbe provocarle la formazione di iperpigmentazioni cutanee (Lentigo Solari). Basterà però osservare quanto consigliato, applicando una buona protezione solare schermo totale con filtri chimici e fisici ed il Suo trattamento, a cui è stata sottoposta, non risulterà nè inutile nè dannoso.
Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Emanuele Di Pierri
24% attività
4% attualità
12% socialità
MATERA (MT)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente
leggo solo ora il suo consulto, sarà già stata al mare ed al sole, condividendo perfettamente quanto esposto dai colleghi.
Da dermatologo laserista utilizzatore del laser ad alexandrite le ribadisco l'assoluta importanza di non praticare la seduta successiva fino a quando non sarà tornata alla sua pigmentazione di base della cute, il rischio è che tale lunghezza d'onda, che ha come target la melanina possa crearle macchie più chiare con un effetto a macchie di leopardo, che poi possono impiegare anche svariati mesi per uniformare il colorito.
Ne pareli con il dermatologo laserista che la tratta, si traterà al massimo di temporeggiare un po rimandando la seduta.
Cordialità