Utente 133XXX
Buongiorno, sono una donna di 39 anni ed è qualche mese che a volte mi sento col fiato corto anche mentre parlo semplicemente. Il medico di base mi ha consigliato un elettrocardiogramma che ho eseguito e dal quale risulta: E.C.G. rilevato a riposo in posizione supina con 12 derivazioni standard
Ritmo sinusale, 70/min
Normale conduzione atrio-ventricolare
Blocco completo di branca destra
Non turbe del ritmo
Non alterazioni della ripolarizzazione ventricolare

Il medico che ha redatto il referto mi ha consigliato un'ecografia e un Holter, per approfondire la questione.
Preciso che in passato nessun elettrocardiogramma aveva mai segnalato questa anomalia, tranne a febbraio, prima di un intervento (deviazione del setto nasale) mi era stato detto verbalmente che avevo un leggero blocco di branca destra ma che non era nulla di preoccupante e che non c'erano altri accertamenti da eseguire.
Oltre a capire cos'è questo blocco, vorrei sapere se è meglio fare ulteriori accertamenti, da cosa può dipendere questa anomalia, e cosa posso fare per migliorare questo "difetto"...
Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione prestatami.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il blocco di branca destra è la più comune, e quasi sempre benigna, anomalia elettrocardiografica evidenziabile spesso in soggetti del tutto sani. L'approfondimento diagnostico successivo è più opportuno per la sua sintomatologia che per il reperto elettrocardiografico. Ci invii, se vuole, lettura dei successivi esami.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la disponibilità, non appena avrò fatto gli approfondimenti necessari vi rincontatterò. Buona giornata