Utente 136XXX
ALLA NASCITA VENGO SOTTOPOSTO AD UN PRIMO INTERVENTO DI COLONSTOMIA PER UNA MALFORMAZIONE ANO-RETTALE GRAVE(ATRESIA CON FISTOLA ALLA URETRA).NEL GENNAIO 1976 SUBISCO L'INTERVENTO ADDOMINO-PERINEALE PER LA CORREZIONE DELLA MALFORMAZIONE E NEL MARZO DELLO ANNO UN SUCCESSIVO INTERVENTO PER LA RECENTAZIONE DI PROLASSO RETTALE.NEL GIUGNO DELLO STESSO ANNO VIENE CHIUSA LA COLONSTOMIA. VENGO SUCCESSIVAMENTE TRATTATO AMBULATORIAMENTE E A DOMICILIO PER LA STENOSI DEL NEO-ANO E VENGO CONTROLLATO FINO AL 1981. MI STO CHIEDENDO A 35 ANNI SE C'E' UNA POSSIBILITA' DI SUBIRE UN INTERVENTO PER ELIMINARE LA MIA INCONTINENZA FECALE CHE ANCORA HO!! DIVENTANDO ADULTO HO SERI PROBLEMI CON LE RELAZIONI SOCIALI!!!! GRAZIE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
gent.mo utente,

è stato curato molto bene,non c'è dubbio alcuno.
purtroppo l'incontinenza fecale in questo genere di interventi e soprattutto nell'età adulta è un problema ancora non risolto del tutto.

serbatoi di continenza, piuttosto che reservoir sono di impiego comune ma non eliminano il problema soprattutto nell'età adulta.

cordialità, e mi tenga informato, La ragguaglierò con molto piacere sul dafarsi.


[#2] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mo Dottore in questi ultimi mesi le cose sono peggiorate con la mia atresia anale....adesso minimo 1 volta a settimana devo prendere il farmaco DISSENTEN per fermare le perdite di feci con relativa perdita di sangue( IN ABBONDANZA)!!! Io non so piu'che fare,capisco molto bene come mi aveva gia'accennato in precedenza che e' un problema non ancora risolto ma che posso fare???? Un consiglio la prego!!!!
[#3] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gent.mo,

A distanza, kilometrica e virtuale, mi è permesso dire poco.

certamente se il suo intestino risente di qualsiasi variazione alimentare e non solo, provi semplicemente ad alleggerire di liquidi la sua alimentazione, con una dieta più solida.

ma comunque resto dell'avviso che il suo chirurgo operatore e la sua equipe possano certamente meglio di me alleggerire i suoi dubbi con un incontro ravvicinato e non solo virtuale.

cordialità