Utente 139XXX
Ho molta confusione e paura avrei bisogno di un aiuto, a settembre ho fatto un ecg sottosforzo (per fare una tac di controllo ho avuto un linfoma 2 anni fa) cha a differenza dello scorso anno diceva T negativa in inferiore e da V3 a V4.
Il mio medico che mi conosce da sempre ha detto di non dargli importanza essendo con il torace molto piccolo poteva essere dovuto a questo, mi sono rivolta ad un altro cardiologo che mi ha detto la stessa cosa. Io fino a settembre ho fatto molto sport a livelli decisamente intensi( corsa 8km anche sotto il sole, step, sci d'acqua a lungo), in questi 2 mesi non ho piu praticato sport perchè mi era rimasta la paura, poi giovedi ho deciso di riscrivermi in palestra ho fatto ecg sotto sforzo, ma il medico mi ha detto che non è diagnostico dice "alterazione della ripolarizzazione in V4-V6 che si accentuano non significativamente all'acme dello sforzo. Io giovedi avevo un pò di febbre ed ero molto molto agitata prima e durante la prova. Il dottore mi ha detto per ora di non fare sport e di fare altri esami come scintigrafia.
Sono molto agitata, cose di cui avevo già parlato a settembre ma i tre medici che mi avevano visto mi avevano detto tutti e tre di fare ulteriori esami, di non prendere altri raggi e che per loro era tutto ok. Mentre il medico di giovedi mi ha terrorizzato, gli ho chiesti se ero a rischio infarto e mi ha detto che questa era una domanda a cui non sapeva rispondere. Spero ci sia qc in grado di aiutarmi, con il ponte sono tutti fuori e non so a chi rivolgermi, però intanto sono due notti che non dormo.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Cara amica di Roma, e allora comincio con augurarle un sonno tranquillo, se leggerà questa risposta prima della notte. Le T negative spesso sono indicative di ischemia coronarica, e questo potrebbe essere stato il pensiero del terzo Collega. Però, vede, possono essere negative anche il altre circostanze: per esempio un sovraccarico e/o ipertrofia ventricolare sinistra. Poichè lei ha fatto molto sport potrebbe anche essere questa la situazione, verosimilmente. Tuttavia io mi sarei comportato con lei come il terzo Collega: ma non certo per farle terrore. Ciò che lui ha giustamente chiesto è un esame corretto in questo caso e innocuo: capisca bene che lo facciamo per escludere, non per ammettere (non credo che lei sia malata di coronarie). Alla sua domanda se lei era a rischio infarto, lui non poteva rispondere diversamente. Rimangono due quesiti: se lei soffre di pressione alta e che cure ha fatto o sta facendo per il linfoma. Mi creda, butti via la paura. Faccia una buona volta quello che è giusto fare e... faccia un sonno tranquillo. Tanti cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Non soffro di pressione alta, non sono in sovrapeso, non ho mai fumato, le cure le ho finite 2 anni fa, 3 cicli di chemio e un mese di radio. grazie
[#3] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Forse lei gradiva che le rispondessi come i primi due Colleghi? Il mio consiglio non deve metterla in ansia. La chiarezza vince sempre.
[#4] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Volevo soprattutto provare a tranquillizzarmi per arrivare a lunedi e andare a parlare con un cardiologo di persona, invece ho passato un'altra notte insonne ho il cuore che mi batte fortissimo, (sicuramente dovuto alla paura perchè fino a giovedi sera non stavo cosi però ho il terrore che stando cosi mi possa accadere qc)non riesco a dormire sapendo che forse sono a rischio infarto.
Riguardo al discorso "forse mi tranquillizzava di più"..beh sicuramente si.. però volevo anche capire come a una persona che forse non sta bene gli si dica di fare tutto lo sport che vuole, ma solo per chiarirmi le idee.
Ora ho solo paura che essendo cosi agitata possa accedermi qc.
[#5] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Cara amica di Roma, leggendo la sua storia non mi è proprio venuto in mente che lei rischi un infarto. Ma che 'entra? Chi le risponde ha una duplice identificazione: è un uomo e un professionista. Quale uomo la capisco nelle sue paure, ma poi, essendo anche, e per fortuna in questo caso, un professionista, le rispondo a ragion veduta. NON c'è alcun infarto per lei all'orizzonte: basta con queste paure indebite. E sappia, mia cara, che non sono le onde T negative che significano quel che pensa lei, tecnicamente è un altro l'aspetto dell'ECG tipico della malattia coronarica. Se non ha dormito stanotte, sia serena ora, la prego. Un caro saluto.
[#6] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Grazie avevo bisogno di capire questo, arrivo da un periodo molto molto difficile, ora finalmente pensavo di poter stare bene, avevo avuto finalmente l'ok per avere un bimbo (cosa che potrebbe essere anche ora e allora mi domando come farò a fare gli ulteriori esami di accertamento???). Insomma mi sembrava di essere finalmente uscita da un tunnel, questa estate ero cosi felice di avere finalmente ripreso le mia resistenza con lo sport, infatti lo facevo in continuazione e ora questo sospetto mi ha toccato come si dice "un nervo scoperto, molto scoperto!!"
Grazie per la risposta.