Utente 896XXX
Buongiorno,avrei bisogno di una delucidazione per favore.
A seguito di un rapporto orale non protetto fatto da me a un uomo di cui non conosco lo stato sierologico ho effettuato a distanza di un mese il test tpha e vdrl per ricercare la sifilide ed è risultato tutto negativo.
Però nei giorni precedenti a causa di una cistite ho assunto per 8gg. un antibiotico appartente alla famiglia dei fluorochinoloni.
Puo' questa cura aver falsato i risultati del test? Non c'è stata la comparsa del sifiloma primario ed ora a distanza di 2 mesi e mezzo dal rapporto nn ho alcun sintomo. Devo ancora preoccuparmi ed eventualmente ripetere i test?
Grazie per la disponibilità.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Salve,
l'assunzione di antibiotici potrebbe bloccare l'insorgenza dei sintomi, non negativizzare una reazione sierologica altrementi positiva. Io ritengo molto difficile che lei possa avere contratto la sifilide (ma perchè la paura proprio nei confronti di questa?) ma, se vuole essere più sicura ripeta l'esame tra alcuni mesi. Insieme a quello, invece, riterrei di consigliarle un esame per HIV e markers epatite C e B, perchè sono patologie contagiabili sesualmente ma ben meno gestibili di una sifilide.

Cordiali saluti e Buon Natale

Mocci
[#2] dopo  
Utente 896XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio moltissimo per la veloce risposta.
Il controllo che ho eseguito era per sifilide e hiv, ed entrambi sono risultati negativi (benchè per hiv il medico mi avesse rassicurato sulla non comprovata trasmissione attraverso i soli rapporti orali).
Per epatite B sono vaccinata e perciò non ho controllato.
SE ho ben capito perciò tra qualche mese dovrei ricontrollare tutto, sia sifilide che hiv ed epatite C per essere sicura?
Grazie ancora e buon Natale a lei.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Si lo faccia per sua tranquillità e se i dubbi permangono si rivolga allo specialista del settore quale il Venereologo.

cari saluti

Dott. LAINO, Roma