Utente 140XXX
buongiorno, vorrei,se possibile,chiedere un parere non per me ma per il mio ragazzo.ultimamente accusa dolore al testicolo destro(notare che proprio a quel testicolo era stato operato da neonato perchè ritenuto) ma solo quando resta seduto per molto tempo (per esempio quando studia o lavora), non presenta dolori nel camminare e nemmeno nell'urinare o in altre attività. in passato aveva già presentato sintomi simili e dopo una visita medica non particolarmente approfondita non gli era stata diagnosticata alcuna patologia e dopo poco i dolori erano scomparsi. questa volta il fenomeno sembra insistente, purtroppo in questo momento è all'estero per un periodo di studio con l'università(ha 21 anni,il fastisio è iniziato proprio quando ha cambiato sedia e abitudini se può essere utile),ma da quello che mi riferisce il dolore migliora o passa ogni qualvolta si sdraia sul letto oppure se stando seduto piega la gamba sotto di sè premendo sulla parte. mi dice anche che ha notato una vena legermente ingrossata sul testicolo interessato. si è informato per fare una visita al suo ritorno qui in italia,purtroppo il suo medico personale nn sarà disponibile fino a fine dicembre e in quel caso credo abbia già programmato una visita specialistica con ecografia. vorrei avere,se possibile,un parere preventivo,anche per tranquillizare il mio compagno che in un paese estero non sa come gestire la cosa. ringrazio in anticipo per l'attenzione, arrivederci

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara lettrice,

non è infrequente in uomini operati di orchidopessi una sintomatologia non tipica, come quella riferita dal suo ragazzo.

A questo punto bisogna però consultare il medico di famiglia che, esaminato in prima istanza il suo problema, potrà eventualmente indirizzarlo successivamente verso una più mirata valutazione specialistica andrologica.

Se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di far consultare al suo ragazzo, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35780 .

Qui potrà trovare tutte le raccomandazioni date dal National Cancer Institute statunitense su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

Un cordiale saluto.