Utente 292XXX
Buongiorno,
l'11 dicembre sono stato operato di varicocele sx.
L'operazione è stata eseguita con anestesia spinale ma vista la mia ansia, sono anche stato sedato.
Prima di addormentarmi, ricordo che l'anestesista si lamentava poichè non riusciva ad eseguire l'iniezione ed infatti al mio risveglio ho trovato due punture sulla schiena.Sono sicuro che alla fine la spinale è stata eseguita poichè non riuscivo a muovere la gamba.
Dopo tre giorni ho incominciato ad avvertire un formicolio nelle gambe ed una sensazione di debolezza, quasi di perdita di sensibilità.Questi sintomi si manifestavano esclusivamente quando ero disteso.
Successivamente il formicolio è passato ma ora, dopo 13 giorni, avverto un dolore al vasto laterale sinistro che si manifesta in bruciore(sempre quando sono disteso).
Allo stesso punto, nel marzo del 2008 ho subito un trauma giocando a pallone.
Logicamente ho contattato il mio chiururgo e sostiene che il formicolio dipende dall'anestesia mentre per il dolore non gli ho chiesto niente poichè è subentrato nei giorni seguenti.
Cosa potrebbe essere?
Grazie anticipatamente e buone feste.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
gentile Utente, l'anestesia spinale dovrebbe averla fatta prima di essere sedato, in presala. Il fatto che vi possano essere state delle difficoltà all'esecuzione della puntura non è affatto preoccupante in quanto può accadere e, sinceramente, dal numero assai ridotto di tentativi (due) si possono escludere complicanze anestesiologiche. Visto che il problema si presenta dallo stesso lato del varicocele (quindi dal lato dell'arto inferiore addormentato con una spinale selettiva, presumo) potrebbe essere accaduto che durante le fasi di posizionamento o di dimissione dal letto operatorio ci possa essere stata una distrazione del muscolo fattasi dolorosa dopo aver riacquistato completamente la sensibilità. Si faccia rivedere dall'Anestesista che le ha fatto la spinale ed eventualmente sarà lui ad indirizzarla ad una consulenza ortopedica o prescriverle un controllo strumentale (eco muscolo, elettromiografia ecc. ) ma solo dopo averla visitata. Da qui una diagnosi precisa è solo un azzardo. Cordiali sauti
[#2] dopo  
Utente 292XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la risposta.
Oggi ho incontrato un chirurgo dell'ospedale e mi ha detto che prababilmente si sarà infiammato il nervo sciatico.
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
La sciatalgia ha un decorso molto preciso interessando la faccia posteriore della coscia a scendere giu, sempre posteriormente, fino al tallone. Si faccia vedere dal suo medico curante anche per un terapia antalgica. I miei più cari saluti.
[#4] dopo  
Utente 292XXX

Iscritto dal 2007
Beh,allora non è sciatalgia pochè il mio dolore è circoscritto al vasto laterale sinistro.
Speriamo bene...
Le augoro un felice Natale.