Utente 317XXX
Buongiorno...

Vorrei sottoporre i risultati dello spermiogramma che ho effettuato a inizio aprile che mi è stato prescritto per problemi di fertilità.

Liquefazione entro 1 ora : completa
Colore grigiastro
Viscosità normale
Volume 3.2cc
pH 7.6

Conc. spermatozoi 55milioni/cc
Numero totale spermatozoi 176milioni

Motilità dopo 60 minuti:
progressiva rapida 11%
progressiva lenta 19%
non progressiva 45%
immobili 25%

Motilità dopo 120 minuti
progressiva rapida 14%
progressiva lenta 24%
non progressiva 40%
immobili 22%

Vitalità dopo 60 minuti: 80%

Morfologia:
Forme normali 18%
Forme anormali 82%
di cui:
anomalie della testa 66%
anomalie tratto intemedio 5%
anomalie della coda 11%
residui citoplastici 0%

cellule rotonde: 0
Leucociti: 0
IgG MAR Test: negativo

Sto cercando di avere un figlio da un anno e vorrei un parere su questi risultati...che non mi sembrano confortanti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro signore, il suo spermiogramma non sembra così disastroso, si notano sola una ridotta amotilità ed un aumento delle forme anormali, le consiglio però cmq di farsi vsistare da un andrologo lei e anche da un ginecologo per sua moglie
cordiali saluti
Giuseppe Quarto
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
ci sono alterazioni della forma e della velocità degli spermatozoi
bisognerebbe affidarsi ad un andrologo per valutare eventuali fattori infiammatori infettivi, varicocele o altro alla base di queste alterazioni
[#3] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
sono d'accordo che il suo speriogramma non è poi così diastroso, c'è solo astenospermia per altro curabile.
Ma il ptoblema della fertilità è della coppia ed eventiali riccerche vannoe seguite ad entrambi i partners da parte dei rispettivi specialisti.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,
anch'io concordo soprattutto con le osservazioni fatte dal collega Mallus. A questo proposito ,se comunque desiderate approfondire ed avere più informazioni su queste temi, vi consiglio la lettura del facile manuale , scritto dalla dra Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali , Roma.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
www.andrologiamedica.org
[#5] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
la qualità seminale sembra assolutamente non compromette l'ottenimento di una gravidanza. Visto che è passato comunque un anno la prima cosa è di far sottoporre sua moglie (suppongo molto giovane anche lei) ad accertamenti Ginecologici di primo livello.
Lei nel fratempo ripeta lo spermiogramma a distanza di un mese dal primo e con la medesima astinenza.
Potrebbe, per completamento, fare una visita Andrologica per verificare se esistano possibilità concrete di migliorare ulteriormente la qualità seminale.

Un cordiale saluto
[#6] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Forma e velocità degli spermatozoi sono alterate,complessivamente il quadro è compatibile con una gravidanza, ma se l'infertilità dura da molto tempo sarebbe opportuna una consulenza diretta di un urologo/andrologo per inquadrare organicamente la sua situazione e cercare di seguire un iter diagnostico/terapeutico al fine di arrivare al risultato desiderato.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#7] dopo  
Utente 317XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per le risposte...

Mia moglie si è già sottoposta a visita ginecologica ed è risultato tutto nella norma.

Provvederò a ripetere l'esame a inizio maggio e ad eseguire una visita dall'andrologo.
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
il liquido seminale che pone alla nostra attenzione presenta un normale numero di spermatozoi, ma una astenozoospermia (riduzione della motilità) ed una teratozoospermia (alta percentuale di spermatozoi di conformazione non normale).
Lei è ovviamente fertile, ma tali quadri seminologici non si addicono ad un normale stato di fertilità. Le consiglio un consulto andrologico per identificare causa ed eventulai forme di terapie idonee a migliore il problema, che, sia chiaro, esiste.
Fermo rstando che la Sua compagna avrebbe già dovuto, o deve, sottoporsi all'iter diagnostico per lo studio anche del suo di stato di fertilità.
Auguri affettuosi per tutto ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,
mi sembra che il suo problema sia sostanzialmente , se il laboratorio che lei ha utilizzato segue le indicazioni date dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, la presenza di non perfetta motilità . La morfologia , appunto secondo le recenti indicazioni ristrette date dell'OMS, è considerata nella norma quando le forme normali superano il 14% . Quindi saggio , a questo punto , consultare un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana ed eventualmente ripetere l'esame del liquido seminale.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
[#10] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
direi che il limite per definire normale la morfologia degli spermatozoi in un esame del liquido seminale attendibile sia del 30%.
Ancora affettuosi auguri
Prof. Giovanni MARTINO
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,
a questo punto le regole ognuno se le dà a suo proprio piacere e comodo. Il "direi che il limite" in andrologia clinica , quando esiste un organismo internazionale che definisce i limiti e i cut-off, non esiste.
Errare è umano perseverare è diabolico.
Sempre affettuosi saluti.

Giovanni Beretta.
[#12] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
le cifre che ho indicato non sono frutto della mia fantasia. Non si può parlare di teratozoospermia con una percentuale di spermatozoi normali pari al 30%.
Mi spiace ma sono i parametri di riferimento che vengono usati nei Centri qualificati di seminologia. Uno di questi è quello presso l'Università "Sapienza" di Roma. Che altro aggiungere.
Non ho voglia di aprire un contradditorio, per questo esitono le sedi opportune...ma basta frequentarle ovvio.
Ancora a Lei affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO