Utente 143XXX
Salve, sono una ragazza di 23 anni.
Da un paio di settimane circa soffro di tachicardia, anche nei momenti più a riposo, come quando sono a letto, o anche improvvisamente. La cosa che mi preoccupa di più, però, è uno strano battito, che sembra più profondo e rallentato degli altri: per un millesimo di secondo mi sento quasi spaesata, come se mi mancasse il respiro(ora, on so se è la fifa o altro..).Da più di sette mesi ormai sono sotto forte stress, quindi non so se possa dipendere da questo. Non ho particolari dolori, a parte a volte delle fitte leggere a livello del cuore, più o meno, che passano in pochi secondi e che il mio medico aveva già detto essere..”normali”, nel senso che talvolta possono accorrere senza però avere necessariamente delle cause patologiche. Faccio poco sport,solo acquagym, che ho praticato pochissime volte per vari motivi,ed ho appena iniziato a fare ogni giorno se posso una camminata di almeno mezz'ora.
mi rendo conto di dover fare una visita specialistica, che ho prenotato, ma i tempi non sono celerissimi e vorrei stare almeno un pò più tranquilla fino al giorno del controllo..nel frattempo, bere bevande rilassanti potrebbe aiutarmi?
Sono un po’ preoccupata..e sono contenta che esista questo sito!! Nell’attesa,grazie mille!
PS non so quanto possa essere attinente,ma ho imparato che tutto nel nostro corpo sembra essere collegato: da sei-sette mesi sento anche il battito cardiaco (a livello uditivo, come un fruscio)nell’orecchio, soprattutto quando sono stesa o in silenzio, ma a volte anche in mezzo al rumore. L’otorinolaringoiatra ha detto che per lui è tutto perfetto e non ha una spiegazione attinente alla sua branca. Grazie ancora!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
la descrizione dei Suoi sintomi fa pensare con tutta probabilità ad isolate extrasistoli, estremamente frequenti e prive di significato patologico.
La visita specialistica cui si sottoporrà potrà confermarLe la diagnosi e tranquillizzarLa definitivamente.
Posso aggiungere il consiglio di presentare al collega recenti esami del sangue di routine, che comprendano se possibile la funzionalità tiroidea.
Se vuole, beva pure bevande rilassanti, sempre che sappia esattamente cosa contengono!
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo dott.Fedi,
la ringrazio per la rassicurante e celerissima risposta.
Seguirò il suo consiglio di portare con me i recenti esami del sangue.
Nel frattempo berrò delle comunissime bevande rilassanti che si trovano in commercio, a base di camomilla, melissa,biancospino e passiflora.
La ringrazio moltissimo!