Utente 145XXX
Salve,
sono un 57enne, alto 1,82 e peso circa 88-90 kg. , non fumatore, iperteso con terapia antipertensiva in atto ( diltiazem doc 1x2 die). Pochi giorni fa sono stato sottoposto a ecocardiogramma transesofageo. Ecco le risultanze. MITRALE : prolasso di P1-2 su base mixomatosa. VALVOLA AORTICA : tricuspide, normomobile, con calcificazione della commissura posteriore. AORTA TORACICA : calibro ectasico del bulbo 53 mm, giunzione sino-tubulare e tratto ascendente 49 mm. ATRIO SINISTRO : nella norma. SETTO INTERATRIALE : aneurisma ampio della membrana ovale, mobile, in assenza di soluzione di continuità. FLUSSIMETRIA DOPPLER E COLOR-DOPPLER : Mitrale ( insufficienza centrale di grado lieve ). Aorta ( insufficienza di grado lieve). "Aortic Ratio" per aorta ascendente = 1.4 ( indicazione cardio chirurgica > 1.5 ). Secondo quanto riportato è da ritenersi imminente una operazione chirurgica e, secondo il medico specialista che voglia rispondermi, quale tipo di operazione sarebbe la più idonea ? Ringrazio....di cuore ! Buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
gentile utente, in base al diametro della radice aortica, anche rapportato alla superficie corporea, lei è al limite dell'indicazione chirurgica. Le consiglio di eseguire un'angioTC torace. Se conferma 53 mm alla radice, ripeta un eco tra 4-6 mesi per valutare eventuali incrementi. Se il diametro è stabile, al momento può anche decidere di non subire l'intervento, sempre però sottoponendosi ad un ecocardio ogni 6-12 mesi.
Ovviamente se la TC dovesse dimostrare un diametro superiore a 53 mm, l'intervento sarebbe da fare in tempi non lunghi.
L'operazione, in caso di aneurisma della radice aortica (o bulbo), consiste nella sua sostituzione con una protesi tubulare in Dacron con reimpianto delle coronarie. Se la valvola aortica è normofunzionante, si può reimpiantare all'interno del tubo (tecnica di David). Se invece fosse malfunzionante o affetta da importanti calcificazioni, occorre sostituirla con una valvola artificiale (tecnica di Bentall).
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore,
innanzitutto la ringrazio per la sua risposta . Voglio precisarla che l'esame angio-TC del torace è già stato effettuato in precedenza, alla fine di dicembre, con tecnica spirale multistrato senza e con infusione di mdc per via e.v. mirato allo studio dell'aorta toracica completato con ricostruzioni in 2D e 3D. Il referto parla di ectasia dell'aorta toracica nel tratto ascendente ( diametro assiale di circa 46 mm). Non segni TC da riferire a dissezione aortica, non alterazioni della densità del parenchima polmonare, cavità pleuriche libere da versamento, pervie le vie aeree principali.
Questa TC è stata fatta in ospedale in seguito ad uno svenimento che ho avuto durante il lavoro e che nessun medico ha messo poi in rapporto all'aneurisma . Come si può spiegare la differente misurazione dell'aneurisma stesso ? Può avere avuto una crescita così repentina oppure una delle due indagini non è stata accurata ? Grazie di nuovo.
[#3] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
la crescita di un aneurisma è mediamente 1 mm/anno; difficile pensare che sia aumentato da 46 a 53 in pochi mesi. Più facile che la misurazione al transesofageo non sia stata corretta.
A questo punto io ripeterei la TC a fine anno.
[#4] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio. Invio cordiali saluti.