Utente 147XXX
salve,
sono sposato da due anni e non riusciamo ad avere figli. faccio i controlli ed esce fuori che sono infertile causato da una azoospermia severa cioe zero spermatozoi. ho fatto l'esame per ben tre volte ma niente anche dopo una cura di 4 mesi con fsh ed lh.
rassegnato al mio destino triste da uomo che non potra mai abbracciare il proprio figlio volevo chiederle se sono sfortunato una volta o addirittura due?
che significa questo?
bene. all'eta di 18 anni mi fu diagnosticata su mia segnalazione un varicocele al testicolo sx.
fui operato con tecnica di legamento della vena spermatica all'altezza del ventre.
fino a qui tutto ok.
la cosa strana che avverto piu oggi perche penso e ripenso a come mai mi si è generato il problema, è come mai e ripeto come è possibile che nessuno mi abbia fatto fare uno spermigramma ne prima e ne dopo l'intervento,( ne la clinica dove sono stato operato ne il chirurgo che mi ha operato, che fra parentesi era ed è il mio medico curante).
le chiedo?
me se avessero usato la prassi ed all'epoca grazie allo spermiogramma ci fossimo accorti del problema, si poteva agire di conseguenza.
invece mi ritrovo ad oggi nella condizione che le ho descritto.
mi dia un consiglio perche sono veramente triste.
grazie di tutto anticipatamente e scusi il protrarmi nel descrivere il tutto, ma è stato uno sfogo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

molto probabilmente il suo problema non è legato alla presenza o meno di un varicocele.

E' forse arrivato il momento di consultare un esperto andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=19850.

Un cordiale saluto.