Utente 907XXX
Gentilissimi signori, nel ringraziarvi per l'utile aiuto che ci fornite, vi chiedo un'informazione.
Mio figlio di 19 anni, soffre di eiaculazione precoce, è in cura da due anni presso uno specialista(andrologo) e da un anno e mezzo e seguito da uno psicologo specializzato.I risultati delle varie indagini effettuate in quest'arco di tempo hanno dimostrato che il ragazzo non ha alcuna patologia, ed i valori degli esami di laboratorio rientrano tutti nella norma.
Le terapie che sono state adottate per arginare il problema,sono le seguenti.
Somministrazione di antidepressivi come cipralex,seropram, dapagut,efexor e zoloft.
Purtroppo non sono mai stati raggiunti risultati apprezzabili.
Dieci giorni fa, lo specialista ha prescritto il proviron 25 mg al giorno per un mese e finalmente da alcuni giorni si apprezzano dei risultati positivi.
La mia domanda è: posso stare tranquillo con il proviron considerando che il quadro ormonale del ragazzo è normale?
Grazie per la vostra attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

sinceramente , da questa postazione , non riusciamo a capire l'indicazone terapeutica ricevuta , tenuto conto anche di quello che lei ci riferisce sulla normalità del quadro ormonale di suo figlio.

Detto questo poi per il problema da lei riferito, se desidera avere più informazioni dettagliate, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=27950.

Un cordiale saluto.