Utente 148XXX
Salve mi chiamo Davide ed ho 21 anni, vi scrivo per parlarmi di una mio problema, tutto è iniziato quando nel mese di giugno 2009 ho iniziato a sentire fastidiosi dolori al petto per la precisione nella zone sinistra ed in corrispondenza nella stessa zona sulla schiena, i dolori erano come fitte acute ma non continue, inoltre percepivo un informicolimento frequente di entrambi le mani, quindi dopo aver chiesto consulto al medico, ho fatto i seguenti esami:elettrocardiogramma,ecocuore e holter.
da questi sono stati riscontrati per quanto riguarda l'elettrocardiogramma degli extrasistoli, per quanto riguarda l'ecocuore una trascurabile insufficienza della valvola tricuspide e sull'holter in una notte c'era stato un picco in basso fino ai 47 battiti, ma era un episodio singolo a cui il cardiologo non aveva dato peso.
C'è da dire che in quel periodo svolgevo un lavoro molto provante, per chi soprattutto come me non ha mai fatto sport, comunque nel tempo i dolori si attenuarono ma senza mai passare totalmente, di tanto in tanto si facevano sentire ma senza nemmeno troppo fastidio. Dopodichè passiamo al periodo odierno, da una decina di giorni questi dolori si sono fastidiosamente riintensificati, e negli ultissimi giorni si sono espansi anche alle braccia soprattutto quello sinistro, che ha visto un ulteriore informicolimento della mano sinistra. C'è da dire che ultimamente, anzi da quasi un paio di mesi, ho instabilità di intestino e da un mese a questa parte anche di digestione con forti bruciori alla bocca dello stomaco, mal di testa, di cui non ho mai sofferto e sensazioni di palpitazione e la sensazione come se il cuore ti venisse fuori dal corpo quasi. Inoltre vorrei sottolineare una altro fattore che non so se sia correlato o utile al fine di una diagnosi, ma nel mese di dicembre 2009, mi sono recato per piu di un mese negli Stati Uniti, dopo una ventina di giorni che ero lì ho iniziato a sentire da prima dei pizzicotti nella zona dell'ascella destra e poi pruriti sulla pelle e sensazioni come se qualcosa camminasse sulla mia pelle, senza però tracce o segni visibili, la cosa è andata dopo un paio di settimane migliorando senza mai abbandonarmi definitivamente, negli ultimi tempi inoltre percepisco anche bruciori sul corpo e a volte brivi di freddo sulla testa, e tremori su punti circoscritti su tutto il corpo. Infine concludo dicendo che sono una persona molto ansiosa e ipocondriaca, che si spaventa spesso anche per le minime cose, ma che mi spavento sempre dopo aver sentito dolore, non prima, quindi magari la mia ansia fa mille supposizioni negative sui dolori ma non è che li crea.
Ritrovandomi quasi a 9 mesi dagli esami prima citati, posso ancora fare affidamento su quelli, o dopo 9 mesi le cose protrebbero essere cambiate?
Potrebbero essere problemi di cuore? e se no cosa potrebbero essere?
inoltre aggiungo che da 10 giorni assumo roaccutan, il rinnovamento di questi dolori comunque è precedente. Grazie.
Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Per prima cosa, quando scrivi, vedi di non scrivere messaggi esageratamente lunghi come questo, per favore, amico di Pisa. E ora vediamo di risponderti: non credo proprio che si tratti di patologia cardiaca. Tutto sembra riferibile a dolori neuro-osteo-articolari della parete toracica. Credo che una semplice visita dal tuo Medico Curante risolverà il problema. Cordiali saluti.