Utente 185XXX
Sono una donna di 43 anni che ha eseguito, nel tempo, correttamente tutti i controlli preventivi riguardanti visite ginecologiche con contestuali pap test e visite senologiche, ecografie mammarie, pelviche e transvaginali, ogni anno da circa 15 anni, nonchè mammografie, ogni anno, da 4 anni.
Oggi, 24/02/2010, ho effettuato l'annuale controllo mammografico bilaterale.
Questo il referto: Quadro sostanzialmente invariato rispetto alla precedente indagine del 30.03.2009. Non si apprezzano lesioni a carattere evolutivo nè microcalcificazioni di allarme. Profili cutanei regolari. L'esame ecografico di completamento eseguito contestualmente ha evidenziato a dx, in sede sopra-areolare, sulla linea mediana, una piccola formazione ipoecogena di mm. 3 di diametro, mal caratterizzabile per le piccole dimensioni per cui si consiglia un controllo ecografico tra circa 3 mesi.
Al di là dell'attesa di 3 mesi per capire l'eventuale evoluzione, cosa devo pensare di questo referto?
Può essere utile intanto ripetere al più presto, presso un altro centro, l'ecografia mammaria per vedere se verrà confermata la presenza di questa formazione ipoecogena di 3 mm.?
C'è il rischio concreto che possa trattarsi di un tumore al primissimo stadio o comunque di una formazione che può trasformarsi in qualcosa di brutto?
Non nascondo, e tanto meno ad un medico, che non sono per niente tranquilla...
Mille grazie per il consulto e il consiglio che potrete darmi.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non c'è una diagnosi e quindi nulla si può dire.

Comunque trattandosi di una lesione di 3 mm il tempo di un controllo a tre mesi mi sembra più che ragionevole.