Utente 150XXX
Salve a tutti!
Ho letto un pò in giro per il sito qualche domanda di qualche altro utente che potesse aiutarmi,ma non ho trovato proprio quello ch cercavo.
Il mio problema di erezione credo sia dovuto a un fattore psicologico.
Ho24anni e fin dal primo rapporto sessuale,ho sempre riscontrato qualche problema riguardo l'erezione. Ogni volta che cambio partner,vengo preso da un'ansia che non mi permette di avere una buona erezione,e in più non riesco neanche a controllarmi più di tanto nel controllare l'eiaculazione. Quando però frequento la stessa ragazza per un pò di tempo,è tutto ok,vado alla grande!... Questo per me è un problema, perchè sono molto piacente,e spesso,nn riesco ad andare fino in fondo con una ragazza,per la ''paura'' di nn farcela!..la mia scarsa erezione (che esiste solo in quei casi) è sempre accompagnata da un pò di tachicardia,e ultimamente,se penso a un incontro sessuale (per esempio con una ragazza che so che ci starebbe) mi attacca immediatamente il cuore a mille!...c'è da dire,che qualche volta è andata bene fin dal primo rapporto con la stessa ragazza. Da cosa dipende? Cosa posso fare per andare bello,sciolto e liscio tranquillo tranquillo??
Spero di essere stato chiaro e chiedo scusa se ho utilizzato un lessico poco informale. Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il Suo "problema" e' un sintoma molto frequente che si offre alla nostra esperienza professionale quotidiana ed e' espressione di un atteggiamento soggettivo verso la partner "nuova",specialmente oggi che la conoscenza spesso presuppone la immediata prestazione.Solo l'esperienza,serena e consapevole,puo' fare si' che entri,o rientri,in pieno possesso delle proprie potenzialita'.Per evitare di cadere negli,scontati,consigli banali che spesso si leggono in rete o che vengono dagli amici...consiglierei di approfittarne per eseguire,finalmente,una visita andrologica.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Innanzitutto la rigrazio per la immediat risposta!
Quindi dottore,lei mi dice che è soltanto una questione di "abitudine",nel senso che se frequentassi più spesso ragazze diverse,poi andrebbe meglio?...Crede che un andrologo mi possa aiutare,ma perchè un andrologo e non uno psicologo?non dipende da uno stato d'ansia?..e riguardo la tachicardia cosa mi dice?...
Grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...prendevo atto di un costume comune.Viceversa,nel Suo caso,mi sentirei di affermare che sarebbe sempre il caso di "crescere" gradualmente nel rapporto intimistico con una donna,non focalilzzando,in prima istanza,l'iteresse sulla
prestazione coitale.Va da se' che l'aspetto psico-attitudinale sia presente e preponderante,giustificando anche la tachicardia ansiogena ma questo aspetto si puo' quantizzare solamente ponendo una rigorosa diagnosi andrologica.Cordialita'.