Utente 134XXX
Gentili dottori sono un ragazzo di 25 anni. Ho una semplice domanda da porvi. Innanzitutto sono tachicardico (tachicardia sinusale refertata nell ECG). Mi capita di notte con il cuore a riposo che avverto una variazione del ritmo cardiaco in seguito alla respirazione. Cioè immettendo aria nei polmoni il ritmo cardiaco rallenta e subito dopo cacciando l aria accelera. Non capita solo una volta ma per tutto il tempo che il cuore sta a riposo. Quindi coricato e d notte. Le comunico che ho fatto ECG ed ecocolordopper perché avevo delle apnee notturne e mi sono spaventato e visita otorinolaringoiatrica. Il cuore nella norma a parte tachicardia sinusale. Ho fatto un trattento chemioterapico terminato sette mesi fa e nella visita con l otorino è emerso qualche problema respiratorio tra cui edema laringe e infiammazione al setto nasale. Può un problema respiratorio (l edema appunto o infiammazione del setto) portare a questi sbalzi del ritmo cardiaco. ? Vi ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Un ECG Holter potrà risolvere i Suoi dubbi. Infatti, la registrazione dell'attività cardiaca per 24 ore dimostrerà o meno la presenza di aritmie che possono insorgere durante il sonno in caso di apnea ostruttiva.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 134XXX

Iscritto dal 2009
Dott grazie della risposta. Sono in attesa di fare l holter. Le vorrei chiedere un altra cosa : quando ho accusato dolori al petto ho fatto rx torace che ha evidenziato una lieve sporgenza del terzo arco sx Dell ombra cardiaca. L ecocardio colordopper fatto in seguito però non ha evidenziato nulla di patologico. Posso stare tranquillo ? Per quanto riguarda l ombra cardiaca. Grazie
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il riscontro ecocardiografico di normalità anatomica e funzionale del Suo cuore può tranquillizzarLa completamente.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 134XXX

Iscritto dal 2009
almeno sto tranquillo su quello. Grazie dottore per la disponibilità.