Utente 152XXX
Mia madre ha settantotto anni, poche settimane le era comparso un "bozzo" duro e gonfio all'altezza del polpaccio. Oltre ad essere dolorosa questa specie di ciste era della grandezza di un mandarino. Il medico di base le ha consigliato di fare un ecodoppler e l'esito citava " INSUFFICENZA OSTIO SAFENO POPLITEO CON PRESENZA DI MATERIALE ECOGENO INTRALUMINARE NELLA VENA SAFENA ESTERNA"
purtroppo il medico non ci ha dato spiegazioni molto esaurienti e poichè mia madre non abita nella mia stessa città vorrei saperne di piu io per prima.
Le sarei grata se mi potesse spiegare il significato di questa "patologia" che sembra avere, le eventuali cure e i rischi.
La ringrazio cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Si tratta di una delle complicazioni dell'insufficienza venosa della quale probabilmente sua Madre era già in precedenza portatrice: trombosi (o treomboflebite) della piccola Safena insufficiente.
Il rischio embolico di questa localizzazione è normalmente ridotto, ma va tenuto presente e opportunamente controllato mediante trattamento medico ed elastocompressivo (necessaria consulenza specialistica de visu).
Controlli seriati mediante ecocolordopller saranno necessari per valutare l'evoluzione della trombosi, la sua estensione e la eventuale progressione verso la vena poplitea, alla quale sarebbe correlato un aumento del rischio embolico.