Utente 876XXX
Buongiorno, sono un uomo di 51 anni. Il 5 agosto 2009, dopo essermi stata diagnosticata cardiopatia ischemica, sono stato sottoposto ad un intervento chirurgico di rivascolarizzazione miocardica By-pass x 4 (LIMA-IVA Ao-DG-INT-MG.
Durante il ricovero nel centro di riabilitazione mi è stato riscontrata tramite un'ecografia una formazione trombotica in giugulare sx, scomparsa durante la degenza. Dopo le dimissioni mi sono sottoposto a tutti gli esami di controllo che mi sono stati consigliati. Il mio cardiologo mi ha consigliato di sottopormi ad un Ecocolordoppler per controllare la formazione trombotica diagnoticatami durante la riabilitazione. Il 10 marzo mi sono sottoposto all'ecocolordoppler TSA con la seguente diagnosi:
Asse carotideo bilateralmente pervio caratterizzato da modesta angiosclerosi più evudente a livello della biforcazione, in assenza di stenosi a carico di CC, CE, CI. A sinistra placca fibrolipidica regolare, concentrica del bulbo condizionante stenosi di circa 40%. IMT 0.95 mm. Arterie vertebrali ortograde e simmetriche.
Ho già fissato l'apputamento con il mio cardiologo ma nel mentre vorrei delle delucidazioni in merito. Sono molto preoccupato e vorrei sapere di che cosa si tratta, se è grave e come curarlo e se serve un ulteriore intervento chirurgico.

La ringrazio,
Cordialmente XXX

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Si tratta di una parziale ostruzione carotidea, a livello del bulbo, amico di Milano. La percentuale di ostruzione non appare critica in questo momento, ma è certamente una situazione da seguire, da parte del suo Cardiologo. Cordiali saluti.
PS - Mi permetta, piuttosto brutto quella firma "XXX" dopo "cordialmente",. Meglio l'avverbio e basta