Utente 142XXX
Gentili Medici di questa sezione.
Da Giovedì 18 presento una riacutizzazione di una Uretrite (secondo visita del medico di famiglia) che avevo da molto tempo in forma attenuata.
Probabilmente questa riacutizzazione è conseguente ad una forte Faringite con raffreddore, dolori ossei, diarrea mattutina, malessere e febbre (38.5° - 39°C la sera, non meno di 37.0 di notte) che dura da circa 7 gg. anche se adesso di questa stò un pò meglio, (almeno la febbre inizia a scendere).
Il mio curante mi ha prescritto Acido Pipemidico 400 mg./due volte al giorno, Augmentin in compresse da prenderne una la mattina e una la sera, Oki in bustine (due al giorno mattino e sera dopo i pasti), Ranidil 150 (una compressa la mattina) e Tachipirina 1000 mg. in presenza di un eventuiale rialzo febbrile sopra i 38: in più mi ha detto di bere molta acqua cosa che già faccio.
Ha inoltre ipotizzato che vi sia una infiammazione alle vie seminali prescrivendomi esami urinari.
Riporto l' Esami Urine che ho ritirato adesso:

COLORE: Giallo paglia
ASPETTO: Opalescente*
Reazione-pH: 7.00
Peso SP.(Densità)/ 1:025
Proteine ASSENTI
Glucosio ASSENTE
Chetoni ASSENTI
Nitriti ASSENTI
Bilirubina ASSENTE
Urobilinogeno < 1EU%
Emoglobina-HB ASSENTE
Esame microscopico del sedimento:
Leucociti MOLTO NUMEROSI/CAMPO**
Cellule B.V.U. 25-30*
Eritrociti RARI*
Batteri 5-7*
Cristalli: Fosfati Amorfi
Ho un certo dolore ai testicoli soprattutto nella parte alta degli stessi e senso di gonfiore a tutto l' inguine soprattutto a seguito di una eiaculazione con riflessi molto dolorosi all' ano. Inoltre ho notato che lo sperma è molto più voluminoso del solito ma più liquido, di aspetto vischioso e disomogeneo e di un colore tendente al marrone.
Inoltre mi esce dal pene un liquido tipo sperma, lattescente e non filante soprattutto la mattina.
Vorrei sapere se la terapia è corretta o nò visto che i sintomi continuano a persistere. GRAZIE!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

il quadro sembra quello che osserviamo in presenza di una importante infiammazione delle vie uro-seminali.

Segua tutte le indicazioni ricevute e, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=125422

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  


dal 2010
Salve e grazie della tempestiva risposta: seguirò quei consigli ma vorrei sapere se le vie uro-seminali si possono infiammare come causa di un processo infettivo a carico della gola. _ GRAZIE!!
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

"correlazione" diretta molto difficile da fare e sostenere!

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

bisognerebbe sapere la natura della urtrite che lei ha presentato e se è stata analizzata con tamponi batteriologici.
Una uretrite trascurata o mal curata potrebbe determinare una infiammazione della prostata o delle vescicole seminali determinando sintomi simili a quelli da lei descritti.
Ne parli con il suo medico o con uno specialista urologo. A Siena non le sarà difficile
cari saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se desidera ancora avere altre notizie più dettagliate su eventuali problematiche urologiche ed andrologiche che interessano la ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=110778.

Ci tenga comunque aggiornati sui suoi futuri passi per capire la sua attuale situazione clinica, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  


dal 2010
Salve e grazie della Vs. gentilissima disposizione.
La situazione sembra migliorare per quanto riguarda le problematiche di natura influenzale e urologica.
I bruciori adesso sono presenti solo in concomitanza della minzione anche se minori.
La febbre è ancora presente ma ieri non ha superato mai i 38°C in assenza della tachipirina.
Mi sento molto stanco, inoltre ho un continuo fastidio allo stomaco probabilmente causato dall' antinfiammatorio che prendo da diversi giorni.
Ho contattato stamani il curante per telefono e mi ha detto di smettere con l' oki e la tachipirina, ma di continuare con gli antibiotici e di prendere semmai il brufeen che mi fà la ricetta insieme a pantorc, smettendo con il ranidil.
Effettuo inoltre dei gargarismi con il froben.
Per quanto riguarda eventuali esami già fatti risultava solo la E.Coli e Streptococco fecalis nell' urinocoltura ma a bassa carica entrambe (ESAMI DI UN ANNO Fà)
Per mè è un problema prostatico più che di uretrite come dice il mio medico.
GRAZIE E SALUTI!
Buon Lavoro!
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

stia alle indicazioni terapeutiche ricevute dal suo medico, se poi ci sono problemi o particolari sospetti diagnostici da chiarire, allora bisognerà consultare pure un esperto urologo.

Un cordiale saluto.