Utente 153XXX
Salve a tutti i medici ho quasi 30 anni e da 5 ormai ho difficolta ad avere una normale vita sessuale, il mio problema e un calo del desiderio crescente e percio' di scarsa erezione!!!
Ormai da qualche anno mi aiuto con il cialis ma il tutto sta diventando insopportabile dispendioso ed avvolte non mi aiuta al massimo nemmeno quello, in + soffro di eiaculazione precoce, in poche parole se non programmo il tutto e non mi masturbo parecchie ore prima anche 12 ore (se lo facessi anche 1 ora prima del rapporto non riuscirei a raggiungere una erezione ottimale pur utilizzando il cialis) nn riesco a durare nella normalita'. Ho una relazione stabile da quasi 4 la mia ragazza è bellissima e sono vicino al matrimonio, e non ho particolari problemi nelle sfera psicologica APPARTE ORMAI LA FRUSTRAZIONE KE GIORNO PER GIORNO MI STA INIZIANDO A LOGORARE DENTRO ANCHE SE SONO MOLTO REATTIVO, penso di essere molto realista in tutto cio'
Ho fatto degli esami ke a breve porterò al mio medico per farmi dire un pò cosa ne pensa e cosa posso fare.
TIREOTROPINA (TSH) RISULTATO 1.90MICROU/ML VALORI NORMALI 0.4 - 4.5
ORMONE LUTEINIZZANTE - LH 4.8MU/ML 2 - 10
ORMONE FOLLICOLOSTIMOLANTE - FSH 3.6MU/ML 1 - 12
PROLATTINA 4.7 NG/ML 5 - 15
TESTOSTERONE 3.90 NG/ML 3 - 10
Voi cosa ne pensate?
Dovrei intraprendere qualche terapia anche a livello di testosterone, altre analisi?
RINGRAZIANDOVI ANTICIPATAMENTE VI PORGO I MIEI + CORDIALI SALUTI.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile ragazzo,la Sua condizione mi sembra molto complessa e poco chiara sul piano della diagnosi clinica.
Chi le ha prescritto le analisi? Un andrologo? Ed il farmaco per il deficit erettivo?
In questi casi ed alla sua giovane età, non è pensabile essere dipendente dai farmaci,anche perchè il successivo svezzamanto farmacologico, diviene poi difficoltoso.Si viene a creare una dipendenza psicologica dal farmaco, con ansie croniche, dispendiosi esborsi ed assenza di guarigione.L'utilizzo della terapia orale, deve essere supervisionata da un clinico, ed insarita all'interno di una tarapia sessuologica, che le decondizioni i sintomi, altrimenti ritorneranno per sempre.
Bisognerebbe effettuare una diagnosi psico-sessuologica completa, per comprendere se il deficit erettivo è primario o secondario all'eiaculazione precoce, per poi orientare la terapia sessuologica.
La strategia dell'auto erotismo pre-coito, è errata, le rinforza l'eiaculazione precoce e, le uccide il desiderio.
In bocca al lupo.
Valeria Randone
Catania
sessuologa.
[#2] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno e intanto grazie per il suo interessamento.
Voglio specificare ke il farmaco mi è stato prescritto dal mio dottore e per quanto riguarda la eiaculazione precoce è una cosa ke mi capita da circa 1 anno. Perciò il problema del mio calo del desiderio è da molto prima ke avvenisse questo.
Volevo sapere inoltre se dalle analisi da me fatte si riscontra un qualche deficit.
Non voglio dipendere a vita da questo farmaco maledetto, avessi 60 anni magari sarebbe forse un'altra storia.
Sempre grazie a tutti.
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile lettore, il generico,per quanto competente possa essere, dovrebbe avvalersi di più di un consulto, quando si parla di sessualità.
Le analisi non fanno trasparire niente.
Il calo del desiderio, il deficit erettivo, l'eiaculazione precoce, si sono intersecati con modalità disfunzionali, non facendo più capire a noi clinici( per di piùvia email), cos'è primario e secondario.
Bisogna effettuare una diagnosi sessuologica, per capire meglio ed orientare la sua terapia.
Dottoressa Valeria Randone
Sessuologa.