Utente 151XXX
Salve ho 37 anni e da qualche anno ho notato una riduzione dei testicoli e un deficit erettile, ma oltre al deficit non avevo altri sintomi. dal 2010 ho sofferto di insonnia per due mesi e dopo ho iniziato a notare questi sintomi: la barba si è diradata e per ricrescere è lentissima ci vogliono circa 10 giorni e prima in 3-4 era già folta e lunga, adesso la sento morbida e prima era molto più dura; ho spesso capogiro e sonnolenza e difficoltà a concentrarmi e a connettere alternata a periodi della giornata che sono lucido.
Le unghie delle mani prima dopo averle tagliate corte in 10 giorni erano molto lunghe, adesso le ho tagliate 18 giorni fa e sono cresciute molto poco, sembra che non si muovano. Vorrei chiedere se le unghie sono controllate dal testosterone? Inoltre se dovesse essere una andropausa precoce come si invecchierebbe? più velocemente rispetto a uno normale? Ho fatto degli esami ormonali tra i quali il shbg, fsh, lh, t3 t4, la prolattina e il testosterone che è risultato 935, ma vorrei ripeterli e chiedere se per il testosterone si deve fare sia il totale che quello libero e se nei dosaggi devo fare anche l'albumina? L'urologo non ha fatto l'ecografia ma ha detto che è deficit erettile. Ringrazio e saluto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

difficile capire il suo complesso problema da questa postazione come è difficile pensare ad una "andropausa" precoce.

Comunque, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste particolari tematiche che interessano la vita di un uomo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52312

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

con un testosterone totale di 935 è difficile pensare alla esistenza di problematiche ormonali alla base dei suoi problemi anche se i dati di laboratorio potrebbero essere ripetuti ed analizzati da uno specialista andrologo in maniera più "mirata"
Cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

comunque, rifatta la valutazione andrologica, se lo desidera, ci tenga aggiornati sulle conclusioni diagnostiche e sulle indicazioni terapeutiche che le saranno date.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per le risposte, l'urologo mi ha detto che i testicoli sono nella norma (è possibile che non mi abbia detto la verità?) io infatti ho notato una riduzione dei testicoli da molti anni e un precedente urologo mi aveva detto che non dovevo trattenere l'eiaculazione. Comunque l'urologo anche se il testosterone libero è 7,95 mi ha detto che lui non ritiene necessaria una terapia con testosterone e mi ha consigliato una visita endocrinologica. L'endocrinologo mi dice che il testosterone libero è un esame poco attendibile e mi ha prescritto esami della tiroide perchè quest'anno dopo questi dolori alle ossa ho scoperto di avere osteopenia. Ho forte debolezza e sonnolenza e stati di confusione di giorno, ma specialmente la notte che mi gira la testa ho forte mal di testa mai avuti prima, alla fronte alla nuca da tutte e due le parti e alle tempie. Ho la pressione 122 45 65.Sono talmente confuso che mi sveglio minimo tre volte la notte, ho perso muscoli nelle braccia e nelle gambe e per circa una settimana ho avuto dei pizzicori ai pettorali, come se fossi nell'età dello sviluppo. Secondo voi il calo di testosterone da questi sintomi? anche diradamento barba e crescita rallentata, ma soprattutto questo stato confusionale e sonnolenza è secondo voi da attribuire al testosterone basso? Ho paura che scenda ancora, quali rimedi ci sono nel mio caso? anche in erboristeria. E' vero che somministrare il testosterone è pericoloso perchè può avere effetti collaterali molto gravi? Io ho una valvola cardiaca bicuspide che è congenita e mi consigliano controlli periodici, è una controindicazione alla terapia testosterone?
Grazie mille mi scuso per essermi dilungato
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

se il suo urologo le ha detto che non vi è la necessità di una terapia sostitutiva con testosterone e l'ha indirizzata verso una più mirata valutazione endocrinologica ha le sue ragioni cliniche e le segua.

Tutto quello che ci racconta infatti potrebbe indicarci anche un problema tiroideo e quindi sentiamo ora a quali conclusioni diagnostiche arriverà il suo endocrinologo.

Si ricordi poi che una terapia con testosterone, senza una sua reale necessità, crea problemi e squilibri ormonali e, ad una certà età, può anche scatenare gravi problemi alla ghiandola prostatica.

Un cordiale saluto.

[#6] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dott. Beretta sto attendendo gli esami che mi ha prescritto l'endocrinologo, ma sono preoccupato per il calo del testosterone, infatti la seconda volta che ho fatto gli esami era sceso, e ho paura che scenda ancora.
I miei sintomi attuali mi stanno preoccupando molto, sono debole fisicamente, la mattina il senso di benessere al risveglio è scomparso, mi sento come se avessi la febbre e dopo che faccio colazione piano piano mi riviene sonnolenza e ho difficoltà a concentrarmi fastidiosissima! che va e viene durante tutto il giorno, mi creda è un incubo, non so cosa fare per tornare come prima. Ho l'osteopenia marcata che il reumatologo mi dice ha una correlazione col deficit di testosterone libero 7,95 valori 8,54-54,69. sto prendendo compresse di calcio e vitamina d3 per i dolori alle ossa, ma so che i muscoli persi (3 kg!) da inizio di quest'anno se non faccio una terapia con anabolizzanti, non si risviluppano.
Le vorrei chiedere se l'endocrinologo che si sta concentrando sulla tiroide, non dovesse trovare una soluzione è possibile assumere qualcosa sotto controllo medico magari non testosterone, solo per poco per far si che i muscoli si riformino e che la demineralizzazione ossea migliori?
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

certo ora lo specialista consultato valuterà attentamente e rapidamente tutta la sua particolare situazione clinica in diretta e poi imposterà le terapie precise e mirate a risolvere il suo attuale problema clinico.

Attenda le valutazioni diagnostiche in corso!

Un cordiale saluto.
[#8] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

se i sintomi che lei riferisce ( svogliatezza, diminuzione della massa muscolare, senso di stanchezza...) sono reali, il valore del testosterone libero ( non sempre realmente attendibile) dovrebbe indurre ad approfondire la valutazione sullo stato androgenico ( Testosterone Totale, SHBG, Protidogramma possono consentire di determinare il Testosterone bioologicamente attivo) ).
Non sempre anche validi urologi sono abituati a confrontarsi con tali problemi ma l'endocrinologo dovrebbe poterle dare una risposta adeguata.
Tutti gli uomini producono Testosterone e vivono con livelli di testosterone nel sangue. La assunzione di testosterone dall'esterno non è pericolosa ma deve essere effettuata su consiglio e controllo specialistico
cari saluti
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

comunque , se lo desidera , ci tenga informati sugli eventuali e futuri sviluppi del suo problema clinico.

Ancora un cordiale saluto.
[#10] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno l'endocrinologo mi sta parlando di ipogonadismo e mi ha consigliato una visita andrologica, mi ha detto che se conferma ipogonadismo primario bisognerà fare una terapia praticamnete a vita!
Volevo sapere se oggi la terapia è una pratica sicura come la fanno le donne e se potreste spiegarmi quali potrebbero essere gli squilibri ormonali che la terapia sostitutiva può dare?
Lo chiedo perchè anche il medico ha notato che oltre al deficit erettile e la perdita di peli ora da pochi mesi ho anche perdita di forze e muscoli: il torace e la schiena erano più muscolosi e anche le gambe e le braccia.
Insomma i sintomi non mi stanno più facendo vivere come prima e se non facessi terapia cosa mi accadrebbe?
Ho anche osteopenia causata dal deficit di testosterone.
Grazie cordiali saluti
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se i suoi sintomi sono quelli da lei indicati bisogna, senza perdere altro tempo prezioso, seguire le indicazioni terapeutiche date dal suo endocrinologo e che penso le saranno confermate dal suo andrologo.

Non ci sono squilibri ormonali se la terapia sostitutiva viene impostata e seguita nel tempo da un esperto andrologo.
[#12] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille per la risposta sto aspettando la visita dell'andrologo, siccome è tra due settimane volevo chiedere cosa mi può accadere se attendo questo tempo.
I muscoli potrebbero diminuire ulteriormente?
Inoltre vorrei sapere come si somministra il testosterone, se iniezioni o pastiglie o altro e gli effetti di aromatizzazione possono essere controllati dall'andrologo?
Mi spaventa come nel giro di pochi mesi abbia perso i muscoli e mi senta così fiacco, e spesso non connetto bene, ma allo stesso tempo mi spaventano gli effetti come ginecomastia acne perdita di capelli problemi al cuore o il sangue che non coaugula bene etc.
Adesso sentirò l'andrologo ma secondo voi è proprio impossibile dati i miei sintomi avere un lieve miglioramento magari con prodotti che leggevo in questo sito come maca o tribulis terrestris, lo chiedo perchè so che la terapia una volta iniziata non si deve interrompere.
Grazie sono veramente preoccupato anche perchè a casa non sanno niente
Buonasera
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non si pasticci !

10-15 giorni passano velocemente e comunque, da questa postazione, noi non possiamo consigliarle alcuna terapia mirata.

L'ormone da lei citato comunque può essere somministrato tramite compresse o capsule oppure per via iniettiva o per via percutanea, tramite gel.
[#14] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Salve vorrei chiedere se anche l'andrologo mi consigliasse la terapia sostitutiva la dovrei fare a oltranza? Se si data la mia età 38 anni quanto potrei vivere ancora facendo la terapia?
Grazie ancora
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non metta il carro davanti ai buoi e non crei scenari terapeutici immaginari ad oltranza.

Senta il suo andrologo e poi ci aggiorni, se lo desidera!
[#16] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Salve l'andrologo, il quarto da quest'anno, nonostante gli abbia detto che rispetto a qualche anno fa i testicoli si sono rimpiccioliti parecchio, mi dice che più o meno grosso modo sono "diciamo" nei limiti.
Ho spiegato i miei sintomi oltre al deficit erettile, stanchezza mai avuta prima fisica e mentale, perdita di peli, muscoli meno tonici e meno voluminosi di prima, le gambe appena mi alzo dal letto mi fanno male, sembra che non mi reggano e i quadricipiti sono affatticati come se avessi fatto una pedalata di ore. Attorno alle ginocchia la carne si è asciugata moltissimo, e ho le braccia finissime rispetto a prima. Nonostante questo l'andrologo mi dice che a meno che non sia un ipogonadismo ipogonadotropo, non bisogna secondo lui dare testosterone perchè crea aggressività, inoltre blocca la produzione naturale di t facendo diminuire ulteriormente le dimensioni dei testicoli. Mi ha regalato una scatola di cialis 20 mg e ha detto di usarle all'occasione.
Inoltre mi ha trovato un'ernia inguinale che un mese fa non avevo e che a volte mi fa male e mi consiglia di operarla subito.
Ho chiesto all'andrologo se l'osteoporosi (avendo vitamina d3 15 su 10-100 e il calcio ionizzato 4.0 su 4.5-5.4) possa migliorare facendo terapia sostitutiva, lui mi ha risposto che a volte si a volte no, non ha spiegato da cosa dipende.
L'endocrinologo mi dice che fsh, lh, shbg, prolattina, sono nella norma ha anche misurato psa, tiroide, colesterolo, cortisolo, estradiolo, acth, gh igf1 androstenedione e mi ha detto di fare un test da lui all'ospedale di stimolazione con GnRH per fsh e lh. L'endocrinologo mi dice che se uno prende il t per gonfiarsi i muscoli, allora atrofia testicolare e altri gravi effetti collaterali ci possono essere, anche perchè lo prendono a dosi massicce e non minime.
Se c'è una carenza secondo lui deve essere corretta.
A me spaventano moltissimo questi sintomi da inizio di quest'anno anche perchè ho 38 anni e ho sempre avuto i muscoli tonici e una barba foltissima e anche le sopraciglia.
Ho molta paura di peggiorare che cosa mi consigliate di fare dopo aver fatto il test GnRH?
Se faccio il test so con certezza se ho deficit di t e da cosa dipende?
Grazie tante se vorrete darmi dei consigli.
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Faccia il test al GnRH consigliato e poi si valuterà il da farsi .

Se presente un tasso di testosteronemia basso poi, con il suo andrologo od endocrinologo, si potrà eventualmente impostare una terapia sostitutiva mirata, sempre naturalmente dopo una attenta valutazione clinica diretta.