Utente 154XXX
Salve, all'eta di 19 anni per dolore testicolare mi sono sottoposto ad una visita specialistica in cui mi è stato riscontrato una cisti del funiclo spermatico sx, epididimite dx e varicocele I° grado a destra. l'esame color doppler ha confermato la cisti dell'epididimo di sx di circa 2 cm mentre non si riscontra varicocle.per quasi 10 anni da allora ho fatto una vita normale con rari episodi di dolore al massimo una giornata o qualche ora.Adesso da circa un mese presento forti fastidio ad entrambi i testicoli, o meglio superiormente ad essi, e nei momenti di forte dolore mi appare un rigonfiamneto sulla parte superiore destra e i testicoli non sono nella stessa posizione, cioè il sinistro o scende o il destro è piu risalito.tornato a visita specialistica mi viene diagnosticata orchialgia in paziente con appendice del testicolo sn e lieve epididimite a dx.terapia orudis 200 mg per 15 giorni e keratose 100 mg x 20 giorni.se tra un mese dolore persiste resezione dell'appandice sn.
ho fatto la terapia..fastidio leggermente diminuito, il dottore ha detto che questa infiammazione è dovuta alla cisti, ma il fastidio è molto piu sentito a destra che non a sinistra dove c'è cisti.cosa dovrei fare quali controlli?io sento questo gonfiore a destra che credo mi porti a far salire testicolo dello stesso lato piu in alto rispetto all'altro.la visita è stata molto veloce perche medico era convinto che fosse tutto dovuto alla cisti..cosa posso fare??
dovrei eseguire uno spermiogramma devo aspettare qualche giorno dopo aver finito terapia?non dovrei eseguire anche uno spermiocultura?
Posso praticare attività in palestra?Grazie mille
distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,ripetere un ecocolordoppler scrotale,uno spermiogramma con coltura sono i primi esami che dovrebbe eseguire e mostrare ad un andrologo.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio dottore, mi scusi per eseguire spermiogramma e coltura quanto tempo dovrei far passare dal termine dlla terapia farmacologica?
Il mio andrologo non voleva neanche farmi fare spermiogramma, ma a me sembra strano che mi voglia operare senza avere un quadro completo di tutti gli esami.
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

se presi degli antibiotici, bisogna aspettare almeno 15 giorni dalla fine della terapia per fare una valutazione colturale.

Comunque, oltre alle corrette indicazioni date dal collega Izzo, la invito a meditare bene ed eventualmente sentire un secondo andrologo, prima di seguire una indicazione chirurgica come quella da lei ricevuta.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2010
Grazie della risposta, ho eseguito ecocolordoppler, ha confermato la cisti a sinistra di circa 2 cm e la presenza di una nuova a destra di circa 0,7 cm. a livello vascolare tutto bene ,negativo varicocele.la cisti mi ha detto radiologo che ha sostanza interna. dopo la terapia farmacologica il fastidio è diminuto, alcuni giorni non presento nessun fastidio, ma mi chiedo se è possibile che quando faccio degli sforzi il fastidio si presenta??Quando ho fastidio sento la parte destra, superiormente al testicolo che si gonfia, cio mi provoca uno spostamento in alto del testicolo destro rispetto al sinistro.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

ora, con gli esami fatti, bisogna risentire in diretta un esperto andrologo e valutare con lui il suo quadro clinico particolare.

Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2010
dottore le volevo comunicare i risultati dello speriogramma e coltura.
motilità nemaspermatica:
alla 1h 70% . 40% normocinesi 30% ipodiscinesi
alla 2h 60% :20% normocinesi,40% ipodiscinesi
alla 6h . ipodiscinesi
alla 12h acinesi
elementi della spermatogenesi: assenti
Leucociti oltre 100 milioni (v.n. 10-15)
zone di spermioagglutinazione: diverse
Osservazioni: Piospermia, diverse zone di spermioagglutinazione, Ipodiscenesi prevalente, pontenzialità fecondante ridotta.
Carica batterica 100000 ufc
germe. staph.aureus
atb staph 5 (00)
sensibile alla penicillina, oxacillina.
dottore sa dirmi qualcosa su questo referto?
La ringrazio mille.
Dolore nettamente migliorato, anche se credo che si manifesti dopo uno sforzo fisico.
[#7] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2010
volevo chiedere se potevo avere attività sessuale in questo periodo dato la presenza del germe..come avviene il contagio??anche attraverso saliva?
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

come già detto ora per avere la terapia mirata al suo problema bisogna sentire il suo medico curante o meglio il suo andrologo in diretta.

Nel frattempo rapporti sessuali "protetti".

Un cordiale saluto.
[#9] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2010
ho bisogno ancora di un consiglio.Oggi sono stato a visita dall'andrologo, il quale mi ha detto che la Piospermia, e l'elevato numero di leucociti, impone un eco delle vescichette seminali, con svotamento,lavaggio e applicazione di antibiotico e cortisone;Dello stafilococco aureus, mi ha detto che gli antibiotici hanno scarsa sensibilità e quindi bisogna ricorerre ad una applicazione dieretta.Le chiedo questa indagine ecografica con tutta la procedura di pulizia ecc. è una cosa semplice??inoltre sull'antibiogramma risulta la penicillina avere sensibilita 0,120 e oxacillina coag- 0,250 davvero sono valori che non consentono una terapia antibiotica normale??e pensare che la coltura l'avevo fatta senza l'indicazione dell'andrologo.
che devo fare??
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

da questa postazione poco di mirato le posso dire per quanto riguarda le indicazioni terapeutiche ricevute.

Le posso dire che personalmente non mi "butterie" in prima istanza su indicazioni "aggressive"; bene l'ecografia completa della vie seminale (vescicole seminali comprese) ma poi tenterei una terapia più "tradizionale" con antibiotici, guidato dall'esame obbiettivo clinico, i dati raccolti della sua storia clinica e l'antibiogramma già fatto.

Un cordiale saluto.

[#11] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2010
Dottore mi scusi, sto cercando notizie su questa terapia, ma non trovo nulla online. Mi sorge dubbio allora su quanto possa essere utilizzata questa pratica. Mi sa dare indicazioni su come si svolge questa procedura?Grazie per la sua disponibilità
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

lei stesso sta arrivando alle corrette conclusioni sulla prospettiva terapeutica che ci ha ventilato .

Ma, per avere più informazione al riguardo, è più corretto risentire in diretta il suo andrologo, quello vero.

Un cordiale slauto.
[#13] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2010
Dottore...Oggi ho eseguito l'ecografia della prostata e vescicole con infiltrazione delle vescicole con gentalyn 80 e Bentelan4.Dall'eco :Vescicole seminali bilateralmente notevolmente dilatate con numerose vacuolarità da riferire a cavità asessuali. controllo tra 45 giorni. L'urologo che ha eseguito eco mi ha detto che vescicola destra presenta esiti di infezione o roba simile (non ricordo termine) pregressa, mentre la sinistra presenta un infiammazione attuale. .mi ha detto che massimo questa terapia può durare per sei mesi, terminati i quali se probela persiste occore valutare la causa che potrebbe anche essere legato ad esempio all'apparato digerente..Speriamo che vada meglio con il tempo
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene! Ora attendiamo l'evoluzione del suo problema clinico.

Un cordiale saluto.
[#15] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2010
Vi scrivo di nuovo.dopo la prima infiltrazione alle vescichette sono stato per un mese intero senza nessuno fastidio ero convinto di aver superato tutto anche perche ho eseguito di nuovo spermiogramma con un risltato praticamento perfetto e l'assenza del batterio presente nel precedente esame, ma di qui a poc il fastidio a livello scrotale si ripresenta, presento notevole gonfiore nella parte sovrastante testicolo destro, al tatto sento un gruppo di vene(credo), e il testicolo sinistro si sposta in basso e posteriormente rispetto al destro.Tutto ciò mi crea disagio.ho eseguito di nuovo eco e urologo non sa spiegarmi cosa sia a destra (mi disse esiti di un epididimite vecchia).eseguito un ulteriore infiltrazione alle veschichette.Nel Frattempo l'andologo mi ha prescritto per 20 giorni ketoprofene 200, e se fastidio non passa mi ha detto che mi opera per appendice dell'epididimo di destra. Durante la terapia farmacologica fastidio ridotto ma nn scomparso..cosa devo fare???
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Da questa postazione, vista la sua complessa e particolare situazione clinica, le consiglio a questo punto di continuare a seguire le indicazioni già ricevute.