Utente 155XXX
Sono un uomo di 36 anni al quale, a seguito di una vista urologica/andrologica,
è stato diagnosticato un varicocele di II - III grado e frenulo corto. Ho fastidio sotto i testicoli e anche dolore all'inguine dopo aver praticato sport. Lo specialista mi ha inserito nella lista per l'intevento chirurgico al varicocele. Ho effettuato anche lo spermiogramma che indica: azoospermia. Ho utilizzato "finasteride" 1 mg circa alcuni anni, per la cura dell'alopecia androgenetica. Il medico mi ha prospettato, dopo l'intervento chirurgico, la possibilità di fare una terapia famacologica. Presumo ormonale. Dopo la diagnosi ho smesso di fare palestra e sono passato al nuoto in attesa
dell'intervento. Pensa che la mia situazione di infertilità sia recuperabile?
Quale esame clinico ed eventuale terapia farmacologica sarebbe appropriata?
E' possibile eseguire la frenuloplastica durante l'intervento di legatura per risolvere il varicocele?
Ringrazio per l'attenzione e porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la azoospermia potrebbe anche correggersi operando quel varicocele se è di III grado, se è di II l' intervento non serve a nulla. Per inquadrare correttamente una azoopsermia servono due spermiogrammi centrifugati, profili ormonali, ecodoppler scrotale ed esami genetici. Poi si vede cosa fare. La frenulo plastica si fa in qualsiasi momento. La finasteride non c' entra.,
[#2] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio per la celere risposta.
[#3] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Sono stato operato al varicocele con legatura delle vene spermatiche a maggio 2010.
L’urologo mi ha indicato di prendere un‘ integratore a base di arginina e minerali. Ho eseguito uno spermiogramma dopo 4 mesi che conferma l’ azoospermia .
Ho eseguito un secondo spermiogramma a fine dicembre con lo stesso esito. Ho portato all’ urologo a ottobre, di mia iniziativa, gli esami del sangue con i profili ormonali che risultano nella norma:

FSH 10
LH 6,7
Prog. 1,9
B-estradiolo 179 rif.max 156
Solo l’estradiolo risulta poco più alto dei riferimenti.


Il medico mi ha prescritto la seguente terapia:

Topster supposte (1 al giorno per 30 giorni)
Oki 1 al giorno per 20 giorni
Flaminase: 2 al dì per 15 giorni

Al termine nuovo spermiogramma. Il medico ha ipotizzato una azoospermia di tipo ostruttivo.
Il medico non mi ha chiesto di fare esami genetici e ecodoppler scrotale.

Cosa ne pensate della terapia indicata? E’ possibile sapere con esami diagnostici di quale tipo di azoospermia si tratta?
Ringrazio per l'attenzione e porgo cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
quelli sono antiinfiammatori, ma l' inquadramento della azoospermia si fa come ho detto,per il resto non so.
[#5] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Grazie della risposta. Il medico ipotizza problemtiche alla prostata: nel mio caso, come una spugna che "non lavora bene" e non fa passare gli spermatozoi. cosa ne pensa?
Inoltre, è possibile sapere con esami diagnostici di quale tipo di azoospermia si tratta?

[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
le ho già risposto.
[#7] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Mi sono rivolto al centro di fisiopatologia della riproduzione umana della mia città.

L’andrologo ha richiesto un eco-transrettale con i seguenti risultati in sintesi:
“Testicoli in sede. Testicoli di dimensioni medio-basso della norma (dx: 10 ml ; sx: 12 ml) ed ecogenicità nella norma. Non focalità ecodelimitabili.
Non varicocele.
Struttura epididimo-deferenziali nella norma
Prostata 20cc di volume; ecc..:nella norma “

Esami genetici (cariotipo, fibrosi cistica, microdelezione cromosoma Y) nessuna alterazione

Profili ormonali:
Testosterone 18 (I esame); 21(II esame) 6,7 -29
TSH 1,41 0,35-5,50
LH 4,5 1,7-8,6
FSH 8,8 1,5-12,4
SHBG 34,4 12,9-61,7

Interleuchina 8 3,93 ng/ml < 3,75


L’andrologo ha diagnosticato azoospermia secretiva “ideopatica” (senza cause definite). Mi ha prescritto:
tamoxifene 20 mg al dì la sera
vitamina E 300mg al dì al mattino
per 90 giorni. Poi ripetere spermiogramma.


dopo 1 mese di terapia ho fatto esami del sangue:
AST 24 < 37
ALT 22 < 41

sto proseguendo la terapia con l’antiestrogeno.


Domanda:
Mi sono accorto che i mie testicoli, durante l’erezione, si ritraggono molto (testicoli mobili). Fino quasi a scomparire quando sono sdraiato. Ad erezione cessata ritornano sempre al loro posto senza alcun aiuto manuale.Al momento della visita non ne parlai con l’andrologo, pensando fosse normale. Dopo aver letto alcune risposte di medici fornite su “medicitalia” ho qualche dubbio..
Può la caratteristica descritta interferire con la fertilità?
Può una visita andrologica e/o esame stabilirlo? (se si quale?)
La sua correzione chirurgica nel mio caso potrebbe migliorare la fertilità?

Tamoxifene: l’uso può causare prurito? Se si, come devo comportarmi?



Ringrazio anticipatamente per la risposta e porgo Cordiali Saluti

[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
No i testicoli retrattili non danno problema del genere. il tamoxifene non da prurito.
[#9] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010

grazie per la risposta. cordialità