Utente 367XXX
Egr. Dott.ri, vi espongo il mio caso :
Ho 43 anni,a gennaio 2007 ho eseguo degli esami del sangue di controllo prescritti dalla mia ginecologa, ed ho scoperto di avere il TAS a 1400, lei mi dice di iniziare la cura con la penicillina perché ho i reumatismi nel sangue. Spaventata vado dal mio medico di base, che mi vieta di iniziare la cura e mi dice di ripetere l’esame dopo 2 mesi. A marzo ripeto l’esame del Tas, insieme alla Ves, PCR ed al valore dei globuli bianchi, tutto regolare, tranne che per il valore del Tas che passa da 1400 a 1100 , (ho eseguito anche il tampone faringeo con risultato negativo). Il mio medico mi dice di tenere semplicemente sotto controllo tale valore e mi fa ripetere ancora l’esame del sangue dopo altri 2 mesi. A maggio i risultati degli esami sono invariati, questa volta il TAS è rimasto a 1100.
A questo punto gli chiedo di approfondire tale problema eseguendo una visita specialistica. Mi risponde che non è il caso, che non devo allarmarmi, che quel valore è la risposta degli anticorpi a qualcosa che è già superato e che probabilmente tale valore rimarrà invariato per tutta la vita.( Non so cosa mi possa essere successo da portare tale valore così alto, l’unica cosa che mi viene in mente, è che ho tolto le tonsille a 7 anni – può essere che da allora mi porto dietro un valore così alto?)
Io continuo ad essere preoccupata, visto le conseguenze serie che potrebbero scatenarsi, se avessi veramente i reumatismi nel sangue. Di sicuro non è il caso di andare avanti tutta la vita ad eseguire esami del sangue ogni 2 mesi. Vorrei mettere un punto a tale situazione, ma con delle risposte concrete, magari a seguito di approfondimenti. Che consigli potete darmi?

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
5155

Cancellato nel 2015
E' sicura di non avere tuttora un residuo tonsillare??
[#2] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2007
Come faccio a saperlo?
[#3] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2007
E se fosse veramente come lei ha ipotizzato, abbiamo trovato la risposta? E cosa faccio, ne prendo semplicemente atto e vado avanti così, o c'è bisogno di intervenie? Tenga conto però che non soffro di mal di gola, ne problemi simili, per cui.....
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Marcelli
40% attività
4% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Gentile utente, l'atteggiamento del medico che la segue è estremamente corretto. L'alto valore del TAS in assenza di indici di infiammazione alterati deve far pensare ad un "contatto" con lo streptococco e ad una risposta anticorpale.
Il fatto che il valore resti elevato può indicare due cose:
un difetto di eliminazione degli anticorpi stessi;
uno stato di portatore sano di streptococco; in tal caso, il problema non sarebbe per lei ma in teoria per eventuali bambini o pazienti cardiopatici che lei frequenta.
In mancanza di un aumento del titolo stesso, stia tranquilla.
Ci tenga informati.
[#5] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio tantissimo dott. Marcelli, avevo bisogno di un ulteriore parere medico.
Cordiali saluti