Utente 158XXX
Da circa due mesi (all'inizio credevo non fosse nulla di grave) ho un senso di pesantezza ai testicoli, in particolare il testicolo sx sul quale presento un neo sin dalla nascita sembra leggermente più grosso del solito. Entrambi se toccati mi danno un senso di fastidio.. Inoltre da un pò di tempo a questa parte ho dolore alla parte lombare della schiena ed ad un ginocchio, oltre a quello presente nella zona dell'inguine.

Sono molto preoccupato, sono una persona molto razionale (studente di ingegneria nucleare a milano) e so che tutti questi sintomi sicuramente non sono tra loro correlati, ma sintomi di una sorta di autosuggestione dovuta al fatto che mi vergogno a farmi visitare.

A questo proposito per evitare una visita imbarazzante dall'urologo/andrologo ho deciso di prenotare una TAC dell'intero corpo: può essere utile per diagnosticare la presenza di un eventuale tumore al testicolo?

So che la risposta che la maggior parte di voi mi darà e che, tral'altro , è anche quella più sensata sarà di farmi visitare: i benefici sarebbero quelli di evitare radiazioni fortemente ionizzanti, avere un consulto immediato e diretto con il medico e l'eventuale risoluzione (nel caso di non tumore) nel minor tempo possibile della patologia.
TUTTAVIA MI CONOSCO E PREFERIREI MORIRE PIUTTOSTO CHE FARMI VISITARE IN QUEI PUNTI, è UN PROBLEMA PSICOLOGICO CHE HO DALL'INFANZIA E VI PREGO NON RISPONDETEMI COSì PERCHè LA MIA PAURA (SEPPUR SENZA MOTIVO) è TALMENTE RADICATA DENTRO DI ME, CHE MAI MI FARò VISITARE LI (ad esempio con una ecografia che è molto meno invasiva della TAC utilizzando gli ultrasuoni).

Arrivo al dunque e chiedo solo una risposta affermativa o negativa a questa mia domanda: PRENOTANDO UNA TAC DELL'INTERO CORPO PRESSO UN CENTRO DI DIAGNOSTICA è POSSIBILE ESCLUDERE LA PRESENZA DI UN TUMORE TESTICOLARE ENTRO OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO O PERLOMENO CON AFFIDABILITà PARI A QUELLA DI UNA VISITA ANDROLOGICA (ecografia testicolare per intenderci)?

Ps. sono a conoscenza di tutti i rischi dovuti sia al liquido di contrasto sia all'interazione delle radiazioni ionizzanti con il tessuto molle.

Vi prego, se potete, datemi una mano adattandovi anche alla mia psicologia.. non sono capricci, e in questo momento non ho bisogno di "consigli" ma di togliermi ogni dubbio.

Non sono un ipocondriaco, ma una persona molto razionale che quando ha un sospetto spesso ci azzecca.

Di nuovo grazie per l'eventuale disponibilità.

Con enorme stima

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,siamo tutti razionali e,razionalmente,Le confermo la inesistenza di una qualsiesi correlazione tra la sintomatologia riferita ed il timore di
una patologia tumorale.Le faccio presente che il neo riferito non appartiene al testicolo,bensi' allo scroto.Capisco il disagio ma,piuttosto che eseguire una TAC (magari a carico del SSN),Le consiglierei un periodo di meditazione razionale,considerando che,una volta stabilito un legame con una partner,
il non sottoporsi a visite andrologiche ed a quanto ne consegue,certamente non sarebbe condiviso dalla stessa...Quindi,razionalmente,cambi atteggiamento.Cordialita'.