Utente 103XXX
prima di tutto volevo ringraziarvi per il vostro utile lavoro di
informazione e a tal proposito volevo sentire un vostro parere in merito al mio caso.
Sono un ragazzo di 35 anni e da circa 2 mesi ho un leggero dolore
al testicolo destro, che si irradia nella parte interna e posteriore della coscia destra, sino ad arrivare al polpaccio e al piede.
Al che circa un mese fa, ho prenotato una visita andrologica per chiarire le cause del dolore presso un privato a Milano.
L'andrologo dopo la visita mi ha confermato un'infezione al testicolo destro da curare con antinfiammatori (Feldene) 1 al dì e antibatterici (Kimono) uno al dì dopo pranzo.
Ho fatto la cura per 15 gg e il dolore andava scomparendo, ma nei 15 gg successivi l'andrologo in questione, ha cambiato la cura sostituendo il kimono con il ciproxin. In questi 15 gg di cura con il ciproxin, è ricomparso il dolore al testicolo e alla gamba destra. Al terzo appuntamento con l'andrologo, anche su mia indicazione, mi ha riproposto il kimono al posto del ciproxin e ha raddoppiato le dosi del feldene per altri 15 gg, che sono scaduti oggi ed eventualmente di fare un'ecografia scrotale. Mi ha parlato di cisti, rassicurandomi però che non era il mio caso. Al che insospettito, 3 gironi fa ho effettuato un'ecografia scrotale, che ha evidenziato una cisti di 4.9 millimetri sull'epididimo sinistro. L'urologo che ha praticato
l'ecografia mi ha riferito che non vede nulla di anomalo sul testicolo destro e che la cisti sull'epididimo sinistro non puo causare la sintomatologia su descritta. No Varicocele no Idrocele.
Oggi al quarto appuntamento con l'andrologo, ho mostrato l'ecografia e mi ha confermato che la cisti presente sull'epididimo
sinistro può causare un dolore di riflesso sul testicolo destro con conseguente irradiazione nell'arto inferiore destro. Mi ha cambiato
la terapia sostituendo il kimono con il Cinobac da 400 per altri 15 gg. Perplesso gli ho chiesto se è normale che la piccola cisti sull'epididimo di sinistra può provocare il dolore al testicolo destro e lui mi ha risposto che comunque sulla parte destra era presente un processo infiammatorio che tuttora non è ancora guarito. Inoltre mi ha sconsigliato di effettuare un operazione chirurgica su una cisti così piccola dicendomi però che va monitorata per scongiurare eventuali ingrandimenti e occlusioni della via spermatica.
Detto questo, vorrei gentilmente un vostro parere in merito al responso del mio andrologo e alle cure da lui prescritte.
Grazie mille
Vincenzo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
L' Italia è uno dei paesi dove si ha il più alto consumo di antibiotici ed anche il Governo ha ritenuto fare una campagna di sensibilizzazione.
Personalmente non sono un amante della terapia antibiotica data empiricamente,salvo le dovute eccezioni.
I testicoli sono spesso sede di dolori senza alcuna causa evidente o spesso è presnte un dolore riferito(pubalgia, calcolosi renale ecc); la cisti non è certo la causa del suo dolore.
Da questa sede non è possibile dire di più.

Cordiali saluti