Utente 119XXX
Buon giorno ho una malocclusione II classe dento scheletrica, con un'importante retrusione mandibolare.

Dovrò essere sottoposto ad intervento chirurgico bi-mascellare e avanzamento dopo un periodo di ortodonzia pre-chirurgica.

Ho però un'asimmetria delle arcate molto evidente e da una tac volumetrica 3D è stato rilevato che i condili sono un pò compromessi, ossia hanno subito negli anni dei rimodellamenti ossei, Uno dei due risulta più compromesso dell'altro quasi ci fosse stato un fenomeno artosico che lo ha danneggiato.

Facendo l'intervento di chirurgia dovrei fare anche un intervento condilare per scongiurare in futuro ulteriori peggioramenti dato che è probabile che vista la mia predisposizione a questo fenomeno, che questi rimodellamenti possano internsificarsi negli anni futuri cosiì mi è stato detto dai medici.

Tra l'altro l'asimmetria delle due arcate è causata anche da questo problema? e se sì può essere corretta anche in presenza di questa compromissione condilare?

RingraziandoVi per la disponibilità, Vi saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
L'asimmetria può essere anche in collegamento con i fenomeni descritti.
Il riassorbimento condilare è a volte un fattore di rischio per la fase post-chirurgica, nel senso che si può anche aggravare dopo la chirugia bi-mascellare. Questo dovrebbe esserle stato riferito in fase pre-intervento.