Utente 347XXX
Salve gentilissimi inanzitutto grazie del servizio che offrite,vorrei porvi una domanda ,l'esame dello spermiogramma da questi risultati quant.3,5 ml sperm 10 milioni-normocinetici 20%-ipocinetici18%- leucociti germinazione tutto nella norma esami ormonali normali forme normali 68% vorrei sapere perchè c'è una discrepanza cosi forte tra la quantità e la motilità scarsina e una buona morfologia?
Ho un varicocele medio accertato da visita andrologica.
Grazie

.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,
quello che ci invia è un esame troppo generico e fatto sicuramente da un laboratorio che non segue le indicazioni date dall'OMS.
Ripeta l'esame possibilmente presso un Centro di analisi più dedicato a questo tipo di indagini. Se desidera avere poi più informazioni su queste problematiche può anche leggere il manuale , scritto dalla dra Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano" CIC edizioni internazionali, Roma.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
www.andrologiamedica.org
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
impossibile darLe una risposta che sia un minimo valida professionalmente sulla base di quello che Lei acclude. Occorrono dati anamnestici, clinici, di laboratorio e strumentali. Non dobbiamo essere noi a consigliarLe di ripetere l'esame, ma semmai sarebbe dovuto essere il Suo Andrologo ad indirizarLa in questo senso. Quindi delle due una: o il Suo Andrologo quel giorno era distratto...oppure ne deve consultare uno diverso...
Il problema va affrontato seriamente ed assolutamente con un Medico vicino.
Nel frattempo, se ha tempo (beato Lei) e voglia di leggere, potrei consigliarLe: “Una domenica in piscina a Kigali”, di Gil Courtemanche, davvero un libro che lascia il segno per la agghiacciante consapevolezza della pochezza della vita umana.
Mi tenga informato dell'evoluzione della storia clinica.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
HO ESEGUITO 2 SPERMIOGRAMMI ALL'OSPEDALE VERSILIA DETTAGLIATAMNTE L'ULTIMO SPERM.:
QUANTITA:3,5 ML-SPERMI 10*10^6-MOTILITà:
NORMOCINETICI 20%
IPOCINETICI 18%
IMMOBILI 50%
MORTI 23%
LEUCOCITI RARI
GERMINAZIONI ALCUNE
FORME NORMALI 68%

POI DOPO VISITA ANDROLOGICA ACCERTATO VARICOCELE 2°GRADO
PROSTATA REGOLARE
ORA POTETE DARMI UNA VOSTRA OPINIONE,L'ANDROLOGO HA DETTO CHE UN OPERAZIONE POTREBBE MIGLIORARE LA SITUAZIONE
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore 34735,

Se i due esami del liquido seminale evidenziano una concentrazione degli spermatozoi discretamente bassa ( < di 20.000.000/ml) ed una motilità patologica (< 50%) e se il suo andrologo non ha rilevato altre cause che possano giustificare tale condizione, una correzione del varicocele POTREBBE migliorare la sua situazione ed avere effetti positivi sulla sua capacità fecondante.
Cari saluti
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
direi che il consiglio del Suo Andrologo sia condivisibile. Nel Suo caso è indicato un intervento di correzione del varicocele.
Affettuosi saluti ed auguri per tutto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
io insisto sulla necessità di un esame del liquido seminale più attendibile prima di un eventuale intervento chirurgico. A che ora è stata valutata la motilità ? Inoltre una morfologia normale al 68% non è un dato attendibile soprattutto in presenza di un varicocele. Un esame attendibile prima dell'intervento ci permette poi anche di valutare meglio gli eventuali futuri miglioramenti del liquido seminale post-trattamento chirurgico.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
[#7] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile utente, è verosimile che lei dovrà corregere il varicocele. Ma quanto evidenziato e consigliato dal collega Berretta è assolutamente corretto. A Pisa, non lontana da Lucca, c'é uno dei migliori centri di Andrologia italiani. Lo può trovare al : http://www.ao-pisa.toscana.it/andrologia/andro.htm. Cordiali saluti
[#8] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

senza andare a Pisa ove c'era uno dei migliori centri andrologici italiani può trovare una risposta attendibile consultando il dottor Paolo Giorgi che visita ed opera a Lucca (www.andrologia.org)
cari saluti
[#9] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Le dirò quello che penso. Non capisco tanto accanimento contro la decisione terapeutica, da ritenersi del tutto scientificamente attendibile, credo ponderata, espressaLe dal Collega Specialista Andrologo.
Addirittura, in contrapposizione, nome e cognome di altri medici???Ma dico? E su quali basi? L'amicizia personale??? Il certificato di residenza? Queste cose restano per me incomprensibili in un sito pubblico come il nostro Forum?
O si ritiene il Collega Andrologo un incompetente...e di questo ci si assume la responsabilità...oppure si esprime semplicemnte la propia opinione...con serenità, maturità e senza isterismi. Opinione significa: sono d'accordo...non sono d'accordo. Stop.
Chi ha mai detto che un varicocele come il Suo non sia compatibile con i parametri seminali, pure ripetuti..., che Lei allega? Ma dove sta scritto?
In conclusione,a mio personale parere, continui tranquillamente ad affidarsi al Suo Andrologo di fiducia, che mi sembra ottimamente orientato.
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
anch'io le dico di continuare a consultare il suo andrologo ma oggi, con le indicazioni ristrette e precise fornite dall'Organizzazione Mondiale della Sanità , una morfologia normale al 68% , anche in assenza di un varicocele, è un dato poco realistico e quindi poco attendibile per valutare correttamente la sua attuale situazione clinica .
Quindi ripeta l'esame e poi riconsulti il collega andrologo oppure ricontatti l'andrologo già interpellato e ponga alla sua attenzione questo problema che non deve essere assolutamente sottovalutato prima di un intervento chirurgico di correzione di un varicocele.
Se desidera poi avere un confronto su questi problemi anche con uomini o coppie che hanno la sua stessa situazione clinica può anche consultare il sito www.madreprovetta.org al forum "infertilità"
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#11] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
a mio parere il suggerimento terapeutico correttivo del Suo varicocele datole dal Collega Andrologo è condivisibile. Ma trovo correttissimo anche il suggerimento del Collega BERETTA quando sottolinea l'utilità di un ulteriore colloquio con il Suo Specialista per una attenta valutazione di quel solo parametro seminale che appare nell'insieme "stonato".
Mi faccia sapere la decisione finale.
In ogni caso, se posso darLe ancora un consiglio...basta Internet.
Affettuosi e cordiali saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#12] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
ringrazio tutti per i suggerimenti o le opinione che mi avete fornito,in sincerità vi dico che l'andrologo dove sono stato mi ha trasmesso sia fiducia che competenza ,la mia domanda era per avere un opinione più allargata e completa che mi potesse dare ancora un allargamento di vedute.vi ringrazio comunque io gli esami gli ho effetuati in ospedale dove oltretutto c'è un centro per la procreazione medicalmente assistita a detta molto buono e competente.non penso che facciano esami cosi a casaccio.scusate solo un altra cosa ,ma se l'operazione di varicocele non ha nessuna controindicazione perchè non farla visto che forse con questa e con una cura indicata la possibilità di una gravidanza da noi desiderata potrebbe arrivare?GRAZIE
[#13] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
l'intervento di correzione del varicocele, a prescindere dalla tecnica impiegata e su cui si può discutere, è sempre un intervento operatorio assolutamente delicato e mai privo di diverse percentuali di rischi generici e specifici. Va bene correre questi rischi se l'indicazione è corretta, ma perchè correrli inutilmente???
Andare in sala operatoria non è mai una passeggiata.
Condivido quello che Lei dice sul Centro cui si è affidato e sul Collega scelto. Se hanno la Sua piena fiducia, non se ne allontani per nessun motivo reale e/o virtuale.
Mi faccia sapere l'evoluzione della faccenda.
Affettuosi saluti ed auguri per tutto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#14] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
gentilissimo prof.martino,sinceramente mi ha messo un po di dubbi ,quali sarebbero i rischi?potrebbe variare la mia funzionalità di erezione e la produzione di sperma potrebbe peggiorare? grazie
[#15] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
ovvio che esistono rischi sottoponendosi ad un intervento chirurgico: rischi generici, connessi con qualsiasi procedura operatoria, e rischi specifici, connessi prorpio con il tipo di intervento in questione. Non esistono correlazioni fra disfunzione erettile ed intervento di correzione di un varicocele, indipendentemente dalla tecnica prescelta. Questo ovviamente nella normale accezione della procedura chirurgica. La possibilità di peggioramento, temporaneo o definitvo, della qualità del liquido seminale dopo l'intervento è di principio possibile, ed il Chirurgo che La dovrà operare deve, e sottolineo "deve", informarLa dettagliatamente di questa eventualità.
Affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
anch'io mi associo alle giuste considerazioni fatte dal collega Martino . E' il chirurgo andrologo che la opererà che deve prospettarle tutti gli eventuali rischi , i problemi intra e post-chirurgici , le complicanze , le recidive, la possibilità che il quadro seminale possa non migliorare, ecc, ecc. Un intervento chirurgico ,anche se routinario, è sempre un intervento chirurgico!
Auguri ed un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
[#17] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
grazie a tutti delle vostre risposte,io spero ,siccome mi opero propio per migliorare il mio quadro seminale ed avere cosi mio figlio,che vada tutto bene.vi ringrazio per avermi spiegato molte cose delle quali parlerò senz'altro con il mio andrologo.ancora GRAZIE
[#18] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non vorrei che si creasse uno spiacevole equivoco.
L'intervento di correzione di un varicocele, quando tale patologia è alla base di una dispermia, è in grado di comportare un miglioramento di parametri quali numero, velocità e conformazione del liquido seminale. Questo deve essere assolutamente chiaro. Le percentuali di migioramento sono vaiabili e dipendono da diversi fattori. E' chiaro che sto parlando di un intervento correttivo che segua tutti i crismi della procedura, a partire da:
- corretta indicazione
- corretta scelta del tipo di trattamento, fra i vari possibili
- corretto trattamento post-operatorio
- corretto trattamento farmacologico post-operatorio
Ho volutamente tralasciato la scelta dell'Operatore, che è un fattore basilare e che tuttavia deve essere circoscritto nell'ambito del rapporto fiduciario che si stabilisce fra Chirurgo e Paziente. Ed in questo merito, per i motivi che ho più volte espresso nel Forum, non entro nemmeno qui nel Forum Pubblico.
Rimane il fatto che tutto ciò che ho scritto sui possibili rischi connessi con l'intervento è valido.
Affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#19] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
salve ieri ho eseguita un'altra visita dal mio andrologo e abbiamo deciso siccome l'operazione avverrà più o meno verso settembre,di fare una cura a base di ormoni per vedere se la quantità e la motilità possano migliorare anche se gli esami ormonali erano ok.vorrei sapere cosa ne pensate e se una cura a base di ormoni ha qualche problematica sul fisico visto che sono uno sportivo vorrei sapere che effetti ha sul corpo grazie
[#20] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utennte,
beh davvero queste sono informazioni che solo il prescrittore della terapia puo', ed aggiungerei, deve darLe.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#21] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
l'andrologo mi ha detto che non ci sono controindicazioni ,volevo una conferma grazie
[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
io personalmente rifuggo da terapie che non hanno una indicazione tesa a risolvere almeno una possibile causa del problema . Se non ci sono disfunzioni ormonali, come lei sembra riferire,......Comunque , se posso darle un'altra indicazione per approfondire le sue conoscenze sul problema infertilità le posso consigliare un altro bel testo , appena dato alle stampe ,di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita - Aspetti psicologici e medici" Bollatti Boringhieri editore, Torino.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#23] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
a mio parere, visto che Lei tocca l'argomento, prescrivere una terapia farmacologica basandosi solo sul presupposto che la stessa "non presenta controindicazioni" è veramente un non-senso. Ragionanando così, ci si potrebbe sottoporre alle più svariate terapie, anche del tutto inutili!! Io spero che il Collega Le abbia fornito spiegazioni e motivazioni più scientifiche del semplice "tanto non fanno male"!
Per quanto riguarda come, con quali canali e da chi ritengo sia giusto avere tutte le ulteriori informazioni specifiche per il Suo caso, se Lei è un frequentatore del nostro Forum, sa già come la penso.
Affettuosi auguri per tutto ed un cordialissimo saluto
Prof. Giovanni MARTINO
[#24] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile utente, ritorno sul concetto che un seminale attendibile ed eseguito con i criteri del WHO, è condizione fondamentale per qualsiasi tipo di indicazione terapeutica sia essa chirurgica o farmacologica. Precisamente il basso numero di spermatozoi/ml, un motilità progressiva del 20% contrastano con una percentuale così alta di spermatozoi normoconformati, discrepanza che anche lei ha notato e che potrebbe creare confusione ai controlli dopo l'intervento. Inoltre condivido le perplessità sulla la terapia ormonale prescritta ( ma quali farmaci?), così come evidenziato dai colleghi Beretta e Martino con differenti motivazioni.
[#25] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
del tutto condivisibili gli argomenti sollevati dal Collega LONGHI
Ancora cari saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#26] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
si ritorna al punto di partenza . Ogni indicazione terapeutica deve avere una sua ragione ed un accettabile ,se non sicuro, indice di successo.
Poi importante è avere i presupposti per un corretto controllo dei risultati ottenuti. Un esame del liquido seminale non attendibile non è un buon presupposto.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#27] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
scusate voi avete ragione ma io non so dove effettuare un'altro spermiogramma che abbia i valori che dite voi,sapreste dirmi un centro ,anche privato,in versilia.grazie
[#28] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In questi casi, la cosa migliore da fare, è consultare il proprio medico curante il più informato sulla realtà sanitaria "locale".
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
[#29] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
del tutto condivisibili le due ultime risposte del Collega BERETTA, alle quali mi associo.
Affettuosi auguri per tutto
Prof. Giovanni MARTINO
[#30] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
salve come da voi suggerito ho eseguito un'altro spermiogramma in un laboratorio medico specializzato i risultati sono i seguenti:
quantità:3,2 ml
colore:bianco-grigiasto
aspetto:torbido
fluidificazione:completa in 30'
viscosità:normale
ph :8 (7,5-9.0)
caratteri microscopici:alcuni leucociti
numero nemaspermi:58.000 (30.000-200.000)
%nemaspermi mobili dopo 30':45% (60-80)
%nemaspermi mobili dopo 2h:35%
indice di motilità:2-3
forme normali:87%
indice di fertilità:4
note:indice di fertilità secondo page e houlding:
inferiore a 5 soggetto sterile-fra 5 e 50 fertilità possibile-sopra 50
fertilità certa

ora io sono un tipo molto impressionabile ma l'indice 4 da quel che dice qui vuol dire sterilità?io pensavo che una persona fosse sterile in mancanza di spermi.per quanto riguarda l'operazione al varicocele ora cosa ne pensate?
[#31] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
se posso aggiungere un commento, non ci siamo ancora sull'attendibilità dell'esame. L'indice di fertilità secondo Page e Houlding era un indice che si usava negli anni 50-60 e si scoprì che clinicamente non serviva a nulla, infine , se non era realistica una normalità della morfologia degli spermatozoi al 68% a maggior ragione lo è la percentuale dell'87%.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
www.andrologiamedica.org
[#32] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
MA IO CHE DEVO FARE?più che andare in un laboratorio specialistico e oltretutto pagare una cifra (41euro) per uno spermiogramma che poi risulta falsato ma almeno la conta vale qualcosa oppure no? perchè da 10 milioni sono passati a 53 mil non vale neanche quella?
grazie comunque della risposta
[#33] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Ma era così peregrino il suggerimento di eseguire il seminale a Pisa, vista la complessità del caso ?
[#34] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
VOI AVETE RAGIONE,ma già è stressante la cosa in sè poi pensavo che un laboratorio privato fosse in grado di effettuare un analisi appropiata ,mi sono sbagliato può succedere.comunque in una giornata grigia mi potete almeno dire se la quantità corrisponde al reale o se è falsata pure quella ?la conta viene eseguita alla stessa maniera da tutte le parti o anche quella è una cosa che varia da laboratoprio a laboratorio ?grazie
[#35] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
il numero è fatto generalmente in tutti i laboratori seri (si spera) con una camera di conta ,chiamata di Makler, che non necessita una diluizione del campione per verificare i dati e questo è la metodica più attendibile e più utilizzata.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#36] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
anche io mi associo a quanto sostenuto dal Collega LONGHI. Lei ha la fortuna di avere a due passi da casa uno dei Centri Andrologici più qualificati d'Italia. Perchè non approfittarne? Tutta la procedura per l'esame del liquido seminale prevede una componente tecnologica ed una non trascurabile componente umana. La maggiore o minore qualificazione di un laboratorio dipende da entrabe queste componenti.
Nel Suo caso, io personalmente, non riterrei attendibile l'esame nella sua interezza. Mi spiace.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#37] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
in poche parole ho buttato via soldi e tempo per nulla ,mi ero anche illuso che la quantità fosse migliorata invece da quanto evince dalle vostre risposte anche il dato della quantità è fasullo?ma è possibile che in italia permettano certe cose se un esame è obsoleto non dovrebbero farlo no?ingannando nel bene e nel male le persone.scusate per lo sfogo ma mi sembra un ingiustizia .grazie comunque cordiali saluti a tutti
[#38] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Genile Utente,
anche se può servirLe a poco, sono del tutto d'accordo con Lei.
Affettuosi auguri
Prof. Giovanni MARTINO
[#39] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
ha perfettamente ragione ma questo è . Purtroppo ancora oggi questo tipo di problematiche è considerato di serie B e molte strutture non si sono ancora aggiornate.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
[#40] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile utente, lei ha ragione. D'altronde un andrologo, se non esegue personalmente il seminale, deve essere a conoscenza delle strutture in grado di assicurare l'attendibilità dell'esame e non lasciare al paziente la scelta di dove eseguirlo, anche se questo può sembrare una sorta di interesse privato (in caso di laboratori privati) assumendosi la responsabilità di bypassare anche l'indirizzo fornito dal medico di famiglia che in questo specifico caso non ha le sufficienti conoscenze per un corretto consiglio.Mi auguro che le sue traversie seminali stiano per finire. Cordiali saluti.
[#41] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
trovo corretta e pertinente la ripsota del Collega Longhi, alla quale mi associo.
Affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#42] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
salve tra una settimana mi opererò di varicocele anche perchè oltre ad un eventuale dispermia molte volte dipendentemente al movimento che faccio mi fà male il testicolo sx come se ,l'esempio che mi viene più spontaneo per capire il dolore,prendessi una pallonata propio lì non fortissimo ma fastidioso perciò la decisione è stata presa anche per questo motivo naturalmente sperando in un miglioramento degno di portare una gravidanza grazie
[#43] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non posso che aggiungere i miei migliori ed affettuosi auguri per l'intervento e la più tranquilla delle convalescenze.
Cordialissimi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#44] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Mi associo agli auguri ed
ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#45] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
salve grazie per gli auguri ,ma per fortuna o no ancora non lo so non mi hanno operato perchè lo spermiogramma eseguito appunto una settimana prima dell'operazione è risultato positivo ,sarebbe il seguente:quantità 3,5 ml-liquefazione completa-colore grigio opalescente-num spermi 14 milioni-motilità:normocinetica 55%-ipocinetica 5% discinetica 5% immobili 40% morti 10%-spermi normali 60% non normali 40%.leucociti rari.
per questo hanno deciso di aspettare dandomi una cura per mantenere questi livelli (da premettere che prendevo solamente il famoso "maca") mi hanno dato sustanon 1 puntura ogni 2 sett.-menogon 1 alla settimana e una fiala al giorno di fertimev .sinceramente spero così di arrivare a coronare il mio desiderio per poi prendere in considerazione l'operazione voi cosa ne pensate? grazie
[#46] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non posso che condividere la deciisone dei Colleghi che La stanno seguendo clinicamente. Non ho motivi per non farlo. Quindi attendo di avere ulteriori notizie dal prossimo esame del liquido seminale cui verrà di certo sottoposto per il controllo degli effetti delle terapie effettuate.
Cari ed affettuosi auguri.
Prof. Giovanni MARTINO
[#47] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
grazie mille il controllo avverrà tra 3 mesi questo è il tempo che mi hanno dato sperando che in questi tre mesi succeda qualcosa di importante
[#48] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
scusate ancora ma vorrei togliermi una curiosità con questi parametri seminali la gravidanza naturale è possibile?
[#49] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
certamente si, Lei non è di certo sterile. Si potrebbe discutere sulle probabilità che ciò avvenga, ma in tal caso occorrerebbe avere parametri seminali certi su cui fare affidamento.
Ancora cari saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#50] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
anch'io condivido con il collega Martino la necessità di avere un esame del liquido seminale affidabile, cioè fatto secondo le indicazioni date dall'OMS.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#51] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
scusate ancora ma vorrei sottoporvi un'altro quesito ora leggendo suule indicazione del sustanon e del menogon ho letto che potrebbero provocare carcinomi o altro ,è vero o una dose ,io non ho problemi di ormoni dagli esami è risultato tutto a posto però per cercare di avere una gravidanza mi hanno prescritto questi 2 medicinali per 3 mesi ,ora sono 2 che gli sto assumendo insieme al fertimev ,posso stae tranquillo? grazie
[#52] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
credo che, a tale proposito, l'unica persona in grado di tranquillizzarLa sia il Suo Andrologo :)
Affettuosi auguri epr tutto ed un caro saluto
Prof. Giovanni MARTINO
[#53] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
lei è giovane e queste terapie in questi casi hanno effetti collaterali modesti, ai dosaggi medi consigliati, eccetto forse quelli sul liquido seminale. Appena possibile lo ricontrolli e chieda ulteriori chiarimenti al collega che la sta seguendo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#54] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
scusi la mia ignoranza ma cosa intende per effetti collaterali sul liquido seminale ,la cura è stata data propio per migliorare la situazione,la pregherei di spiegarmi meglio grazie mille
[#55] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
a volte l'utilizzo soprattutto di gonadotropine (Menogon) in presenza di un quadro ormonale nella norma può bloccare l'asse ipotalo-ipofisi-gonadale , cioè la struttura anatomica che controlla la produzione degli spermatozoi, e paradossalmente possiamo avere un blocco , fortunatamente temporaneo , della produzione degli spermatozoi.
E' utile in questi casi , a metà del ciclo terapeutico o alla fine, verificare il tutto.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#56] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2007
scusi ma continuo a non capire , il medico dove sono andato mi ha dato il menogon propio per aumentare il numero degli spermatozooi ,ora lei mi dice che questo medicinale potrebbe anche bloccare la produzione,intende propio l'emissione di liquido seminale?(perchè da ultimamente ,sinceramente come eiaculazione mi sembra aumentata riscontrando anche che è più denso di prima della cura).scusi ma sono un po in confusione io ho iniziato la cura ,on il massimo scrupolo non saltando mai una puntura o una fiala ,mai.ora sapere che invece di migliorare o lasciare al massimo come inizalmente potrei avere peggiorato la situazione mi infastidisce molto.sinceramente non so più che fare.
[#57] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Il farmaco non blocca l'emissione del liquido seminale. Per il resto concordo con il dott. Beretta che una terapia a lungo termine 6-12 mesi, con testosterone e gonadotropine, potrebbe causare un blocco temporaneo della produzione di spermatozoi e che quindi va contrallata la rsposta alla terapia con uno spermiogramma ogni tre mesi e dosaggi ormonali. Ci tenga informati, ricordi ai colleghi che la seguono che lei ha 28 aa ed un varicocele. Cordiali saluti.
[#58] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
purtroppo ogni terapia può avere il suo effetto collaterale contrario. Qui fortunatamente , se si presenta , è un problema temporaneo. Poi mi associo alle considerazioni generali, fatte in modo saggio del collega Longhi, sulla sua età e sul suo problema .
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org