Utente 159XXX
gentile dottore.ho 29 anni e soffro di tachicardia dalla eta di 21.ma anke prima di questa eta ho avuto la fequenza un po alta.sono alto 173.e pesso 53 kg.sono fumatore. esami effetuati sono ecg(una decina) eco colordoppler(due) holter 24 ore che ha registrato una fequenza massima di 160 batt 73 med,e 52 min al minuto. il risultato tachicardia sinusale.vorrei un consulto se bastano questi esami per distinguere la tachi sinusale da quella parossistica o se sarebbe il caso di aprofondire con altri esami? e laltra domanda se questa frequenza puo portarmi a un arresto cardiaco? esami di tiroide sono nella norma.anche quelli del sangue.se possibilmente un consiglio e un informazione sulla tachiacrdia mi sento cosi in ansia mi sembra che il cuore mi stia scopiando quando ho questa forte tachicardia.ringrazio anticipatamente.cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il risultato degli esami cui si è sottoposto ha escluso la presenza di tachicardia parossistica o altro. Credo quindi che possa bastare così, ma se i disturbi dovessero persistere in modo fastidioso potrebbe chiedere al Suo medico se è il caso di praticare un test da sforzo per la valutazione dell'andamento della Sua frequenza e del Suo ritmo in corso di stress massimale.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
gentile dottore,grazie della sua risposta.il test da sforzo lo capito,volevo sapere cosa indende di stress massimale. si tratta di fare ecco stress,oltre al eco sforzo? grazie anticipatamente
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Per stress massimale si intende il massimo carico di lavoro (muscolare e di conseguenza cardiaco) che il paziente è in grado di svolgere. Sta alla buona volontà del paziente ed alla abilità del cardiologo esaminatore far sì che tale carico sia effettivamente raggiunto per poter giungere ad una diagnosi definitiva.
Lasci perdere l'ecostress: non fa assolutamente al Suo caso.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
gentile Dr.Fabio tti ringrazio per la risposta.