Utente 159XXX
Sono un ragazzo di 22 anni e ieri ho avuto il mio primo rapporto sessuale. Ho conosciuto questa ragazza (peraltro fidanzata) solo 10 giorni fa.. abbiamo parlato per un'oretta o due, insieme anche ad altre persone. Poi ci siamo sentiti solo per telefono e per chat (e mai più visti!).. quindi ci siamo rivisti a casa di lei, proprio ieri, e dopo 20 minuti già ci stavamo baciando. Avevo dormito pochissimo, ero stanco, ed ho preso diversi mezzi pubblici per trovarmi da lei. Ero molto emozionato... (la mattinata era stata un calvario di sensazioni). L'aspettativa era elevata per entrambi. Quando la spoglio va tutto benissimo.. quando mi chiede di spogliarmi mi accorgo di essere mediamente eccitato (nonostante l'enorme appagamento mentale).. lei mi stimola e mi porta all'erezione.. quando osserva il mio pene eretto si lascia andare un commento sulle dimensioni e mi dice "non entrerà mai!" ... all'atto di penetrare (anche in seguito all'utilizzo dello scomodo e stretto preservativo) in qualche modo l'erezione non è sufficiente, e la rigidità non è duratura. Premetto che di preliminari lei non me ne ha fatti, ed il suo trasporto era "normale".. o forse direi passivo in un certo senso. Ha avuto una certa fretta nel cercare la pentrazione. La sua voglia mi ha portato a vedere in un certo senso deluse le sue aspettative. Infatti da lì in poi i tentativi di penetrazione sono diventati un pò macchinosi, e quell'atto spontaneo e passionale era diventato uno scomodo e possibile incastro da realizzare in due... poi ho ripensato a certi suoi commenti del tipo "ma dai.. proviamoci.. deve entrare per forza da lì esce un bambino, voglio dire..!" o ancora "ma com'è possibile? se ti piaccio dovrei farti un certo effetto..." e lei mi piaceva, non ero neppure particolarmente ansioso.. eppure c'era qualcosa di "freddo" non saprei spiegare.
La mia paura è che possa essere un fattore organico.. anche se in realtà ho erezioni anche quando parlo semplicemente con certe ragazze che "mi ispirano".. altre volte la mattina ho erezioni persistenti con rigidità "lignea" (non so se rendo l'idea..). Insomma ho cercato di essere molto dettagliato, chiedo scusa se sono stato prolisso e attento ai dettagli... Cosa puo' essere stato ad inibirmi? Devo preoccuparmi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

per avere delle risposte corrette e precise alle sue domande bisogna sentire in diretta un esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.