Utente 146XXX
Buon giorno,

ho 35 anni, maschio, alto 185 peso 90 kg.
a fine 2006 ho rilevato la presenza di un lipoma nella parete addominale, vicino l'ombelico. Ho fatto ecografia, risonanza e visita chirurgica. Il chirurgo non ha ritenuto non necessario rimuovere il lipoma.

A gennaio di quest'anno ho iniziato a "sentire" fastidi (mai dolore) nella zona del lipoma, ma ritenevo la sensazione più legata ad un normale indolenzimento causato dalla ripresa di attività sportive (ero fermo da numerosi anni).

A febbraio ho deciso di ricontrollare il lipoma, che al tatto sembrava ingrossato. L'indagine ecografica ha confermato la mia percezione: da ca 1 cm di diametro è passato a 2.

A seguire l'esito dell'analisi di, oramai, 3 mesi fa:

(...fegato nella norma, reni nella norma...)
La valutazione della parete addominale e della regione dorsale dimostra all’ippocondrio di ds lesione espansiva nel contesto del tessuto sottocutaneo a morfologia ovalare ed ecostruttura disomogenea prevalentemente ipoecogena con diametro max di ca 20 mm con buon clivaggio alla fascia muscolare da riferire in prima analisi a fibrolipoma.

il chirurgo, sottolineando che non si tratta di nulla di grave (cosa che credo a questo livello avrebbe fatto in ogni caso), mi consiglia di toglierlo, e così farò entro la metà del mese di giugno.

La cosa che non mi fa stare tranquillo è il persistere delle piccole fitte alla parete addominale, che nel frattempo sono diventate più sistematiche come periodicità ed interessano un'area più vasta, pur sempre essendo focalizzate nella parete addominale sul lato del lipoma. Tutto ciò pur in assenza dell'attività sportiva a cui facevo prima riferimento.

Il medico di base mi consiglia di attendere l'esito del piccolo intervento di rimozione del lipoma. Tuttavia capite come sia difficile convivere con piccoli ma continui fastidi addominali (più concentrati sul lato esterno destro mentre il lipoma è più vicino all'ombelico), che rischiano di alimentare ansie.

Uno dei miei genitori è deceduto a causa di un tumore al colon.

Ringrazio anticipatamente e saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Se un lipoma inizia a dare problemi ci puo' essere l'indicazione all'intervento di rimozione chirurgica. E' chiaro che finche' non lo toglie non si potra' dire se i fastidi da lei accusati sono riferibili appunto a questa neoformazione benigna o ad altro; per cui effettui senz'altro l'intervento come consigliato dal Chirurgo che l'ha visitata, poi si vedra'. E comunque, per lo meno da quello che ci ha riferito, non ci sono ragioni per pensare ad un tumore del colon.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Dottore la ringrazio molto della tempestività con cui mi ha risposto e del servizio che lei e i suoi colleghi date tramite questo portale.

Una domanda: con la mia sintomatologia (non solo lipoma ingrossato, ma continui fastidi addominali) è previsto vengano eseguiti accertamenti (magari radiologici) direttamente durante l'intervento di rimozione?

il senso della domanda è che vorrei, come credo tutti in questi casi, avere risposte più veloci possibili a tutte le sensazioni negative che sto in questo periodo maturando.

Mi rendo conto di essere abbastanza apprensivo nelle mie affermazioni, ma meglio di me saprà il segno che lasciano certe esperienze.

La ringrazio e la saluto nuovamente.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Ma lei ha gia' fatto l'ecografia! Per la valutazione di un lipoma questo esame normalmente e' piu' che sufficiente, non le pare?
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Mi scusi se non le ho risposto prima, ho problemi di connessione internet (quelli sono certi :) ).

I fastidi (piccole fitte e sensazione di bruciore) nella vasta area vicina al lipoma continuano, ma a questo punto attendo di essere chiamato dall'ospedale per l'intervento. Forse solo in quel momento si potranno chiarire le cause degli stessi.

La ringrazio ancora.

Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Sono d'accordo. La cosa piu' sensata a questo punto e' quella di rimuoverlo chirurgicamente e mandarlo ad analizzare all'Anatomo Patologo.
Cordiali saluti