Utente 150XXX
buonasera,
in segiuto a crampi e un ingrossamento evidente anche a occhio nudo ho effettuato una visita angiologica specialistica e mi è stata riscontrata un'incontinenza alla vena safena dx.
l'intervento proposto è stato quello laser che è miniinvasivo.
volevo chiederle il motivo per il quale il polpaccio si ingrossa così tanto rispetto al sinistro e i pro e i contro di questo intervento intervento.

grazie per la disponibilità
cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gli elementi forniti sono insufficienti per una attendibile valutazione dei disturbi da Lei lamentati.
Con l'approssimazione di una valutazione a distanza, e vista la giovane età, sembrerebbe un quadro di Sindrome Postflebitica con varici secondarie. In questo caso dovrebbe ricordare un pregresso episodio di Trombosi Venosa Profonda.
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
nella lettera scritta dal dottore c'è un disegno con riportato l'ingrossamento della vena:
più o meno sopra al ginocchio 17mm
nella coscia 7-8 mm

cosa ta a significare quadro di Sindrome Postflebitica con varici secondarie?
ed inoltre l'ingrossamento del polpaccio è dovuto a questo?e qual è il motivo di questo ingrossamento?

la lettera riporta quanto scritto:
-adestra, modesta incontinenza valvolare della crosse-safeno-femorale alla manovra del valsalva;marcatamente incontinente la vena safena magna dacirca 1cm al di sotto della giunzione e fino al terzo superiore di gamba alimentando in questa sede numerose varicosità superficiali che si dirigono verso la caviglia.
il tronco safenico alterzo inferiore di coscia presenta marcata ectasia focale( diametro traverso circa 17mm)

-a sinistra, continente la crosse-safeno-femorale e la vena safena magna
-continenza valvolare della vena piccola safena bilateralmente.
-pervietè dell'asse femoro-popliteo e dei tronchi sottopoplitei bilateralmente;flusso fasico con respiro;vene ben comprimibili alla manovra di compressione(cus)
-non segni di trombosivenosa prossimale e/o distale,superficiale e/o profonda a carico diei segmenti esaminati.


io pratico nuoto e un po di corsa e ho un lavoro estivo in cui passo del tempo in piedi ma per solo 3 giorni alla settimana, posso continuare a fare tutto ciò?
[#3] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
buongirno potreste per favore dirmi un vostro parere sull'intervento che dovrei effettuare a settembre?

grazie per la disponibilità
cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Torno a ripetere che gli elementi su cui ragionare a distanza non sono sufficienti:
l'ecocolodoppler non fa menzione dello stato del circolo venoso profondo dell'arto inferiore di dx.
Varici in un giovane maschio vanno valutate con attenzione.
Legga anche l'articolo MinForma:
http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/92-sindrome-post-flebitica.html