Utente 632XXX
buona sera,
sono qiu a chiedervi un consulto sapendo già che la situazione è molto critica ma stiamo cercando di ottenere più informazioni possibili su questo caso perchè purtroppo i medici non riescono a dare una definitiva diagnosi, ma vi spiego meglio di seguito.

si tratta di un parente uomo di 52 anni che cinque anni fa è stato operato per un linfoma gastrico benigno; dopo tale intervento ha subito diversi problemi in altri ambiti, ha infatti quasi perso la vista arrivando quasi a non vedere per poi recuperarla a 5 decimi e ha avuto l'anno scorso problemi di circolazione del sangue soprattutto negli altri inferiori, per questo motivo è stato operato.

adesso gli è stato riscontrato un tumore del tipo t3-nxm1 al polmone in particolare: nodulo di 3 cm e polmone di 7 cm con processo di colliquazione. invece al rene è stato riscontrato un altro tumore con un nodulo di 2,5 cm al surrene.

i medici in questi giorni volevano tentare l'intervento per asportare il polmone ma tale intervento non è stato più effettuato perchè dopo gli esami cardiologici hanno deciso di non farlo per i troppi rischi legati alla salute.

soffre di dolori forti e i medici gli hanno consigliato di mettere dei cerotti alla morfina per alleviare il dolore, inoltre dalle analiisi citologiche risulta quanto di seguito: P3-Y2061 T-26000 M-67000 AC PM

mi scuso per i dati non precisi ma arrivo alla domanda. i medici non sanno dirci nulla in merito, dicono che è gravissimo, prima vogliono operarlo, poi decidono di non farlo e lo rimandano a casa, ora hanno detto che vogliono sottoporlo ad un ciclo di chemioterapia ma senza dirci essenzialmente nulla di preciso neanche su quanto tempo gli resta da vivere. so che non potete darmi certezze visti i ppochi dati che ho messo a disposizione ma da questo quadro potete dirci qualcosa in merito? sappiamo che ormai è tardi e quindi ha il destino già segnato ma almeno vorremmo qualcuno che ci desse un parare anche se negativo ma sincero dato che in ben due ospedali della nostra città non stanno facendo niente di tutto ciò se non dire di aspettare e così è già passato un mese da quando abbiamo scoperto il tutto.

aggiungo anche che il soggeto in questione ha lavorato per più di 20 anni a contatto con la benzina e ha sempre fumato. ringraziando anticipatamente, porgo i miei saluti.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

verosimilmente si tratta di un adenocarcinoma polmonare con metastasi surrenale. Per una stadiazione completa occorrerebbe eseguire una Tc total body + cranio con mezzo di contrasto ed una scintigrafia ossea. Un buon trattamento chemioterapico può consentire un miglioramento della qualità della vita anche se purtroppo la situazione è assai grave. Si può pensare anche di abbinare della ipertermia in corrispondenza delle sedi di malattia e di dosare la cromogranina A per appurare se presente componente neuroendocrina.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 632XXX

Iscritto dal 2008
Dottor Pastore è stato molto gentile ed esauriente nella sua risposta, le posso dire che è stata effettuata anche la tac al cranio che ha escluso segni di presenza tumorale ma sono stati riscontrati altri noduli in corrispondenza delle ascelle (non so se il termine giusto). farò leggere la sua risposta visto che ha fatto luce sulla situazione, intanto le porgo i miei saluti.