Utente 429XXX
Gentili Dottori,
ho 34 anni e da diversi anni soffro di rosacea a fasi alterne.
Nell'ultimo anno, causa la comparsa di alcune teleangectasie, ho deciso di effettuare alcune sedute di dye laser v beam; in particolare, la prima e la terza abb. leggere, la seconda invece con la formazione di macchie blu-violacee che hanno richiesto diverse settimane per scomparire.
La situazione attuale (a distanza di 2 settimane dall'ultimo trattamento) è la seguente:
il rossore si è attenuato così come i fenomeni di flushing; sento un pò di fastidio-bruciore leggero ad una delle 2 guance (ne ho parlato con il mio medico, ma non mi ha saputo spiegare il perché);
tuttavia, i capillari sono sempre visibili, anzi forse sono anche più visibili soprattutto in questi giorni. Pensavo infatti che uno degli effetti di questo laser fosse anche quello di far riassorbire i capillari oltre che di schiarire la zona trattata. Ho notato tuttavia che anche dopo 2 settimane dal secondo trattamento avevo avuto un periodo simile, con rossore sulle zone trattate.
Inoltre utilizzo come creme, Triderm Lenil+ (Bionike), Senisiven p22, Diroseal (Avéne) e vaso protettori (Angioton e Capillarema).

Mi chiedo a questo punto se sia il caso di insistere con questo laser (riprendendo le sedute in autunno) oppure
provare con altri tipi di laser, ad es il KTP 532 o il Nd-yag 1064, anche se questo ultimo viene utilizzato
soprattutto per lesioni di colore violaceo.

Grazie per l'attenzione
Elisabetta

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentilissima Utente,
il Candela V Beam è una apparecchiatura di pregio che certamente sarà in grado di migliorare il suo inestetismo. I trattamenti laser, soprattutto quelli vascolari, richiedono tempo e pazienza: potrà giudicare il risultato con più serenità tra alcuni mesi. Dovessero residuare delle teleangectasie visibili potrà richiedere allo specialista la possibilità di trattarle con un KTP che probabilmente riesce ad eliminare con maggiore efficienza gli elementi più grossolani.
Sconsiglio il NdYag 1064 ad impulso lungo al viso a meno di casi particolari ed in mani davvero esperte.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 429XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dottore,
mi scuso se Le rispondo a più di 2 mesi dalla sua risposta, ma preferivo aspettare per vedere i risultati del trattamento Laser.
In linea di massima la pelle è schiarita e si sono attenuati moltissimo i fenomeni di flushing, ma i capillari sono rimasti, anzi ne sono comparsi di nuovi. Ora alcuni specialisti a cui mi sono rivolta (ad eccezione di uno) mi hanno detto che il Laser non può far venire altri capillari (la spiegazione che sono venuti perché dovevano venire mi sembra un pò furba), ma nel mio caso lo ritengo poco credibile visto che sono comparsi a distanza di alcuni mesi dal trattamento e fino ad allora ne avevo veramente pochi.
Ora ho paura che il laser KTP possa avere gli stessi risultati del dye laser, ossia moltiplicare il numero dei capillari presenti, anziché eliminarli.
Esistono altre soluzioni? Cosa ne pensa del T.R.A.P.?

Saluti
[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Davvero non credo che il VBeam sia in grado di favorire la comparsa di nuovi capillari. Probabilmente ha coagulato quelli più piccoli ed ora risaltano maggiormente le formazioni più grossolane. Il KTP potrebbe trattare, come le dicevo, queste formazioni.
L'alternativa all'accoppiata VBeam - KTP potrebbe essere rappresentata dall'utilizzo di una buona luce pulsata, ma deve essere davvero una grande apparecchiatura per eguagliare queste tecnologie laser.
Di nuovo cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 429XXX

Iscritto dal 2007
Grazie ancora Dottore per la Sua risposta.
In effetti, a parte un paio di capillari che si sono formati vicino alla bocca, ho fatto anch'io la sua stessa riflessione, ma i dubbi rimangono, anche perché sostenuti da alcune esperienze di conoscenti.
Valuterò con calma quale strada seguire per curare
il mio inestetismo e La terrò aggiornata al riguardo.
Cordiali saluti



[#5] dopo  
Utente 429XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dottore,
dopo varie visite informative, ho deciso di sottopormi ad alcuni trattamenti con il Laser KTP (il primo appena una settimana fa). Ora, mi chiedevo se gli effetti di questo laser sono visibili subito(come ho letto su internet), oppure bisogna aspettare almeno fino alla prossima seduta (tra circa 1 mese) per vedere se i capillari verranno riassorbiti o schiariti. Infatti, i primi 2 giorni erano poco visibili, ora sono più o meno come prima di fare il laser. Devo aggiungere che non si sono formate crosticine.

Grazie ancora.

Elisabetta