Utente 143XXX
Gentili dottori,
ieri, dopo aver ricevuto un bacio appassionato dalla mia ragazza, ho avuto un principio di erezione e naturalmente il pene era "costretto" all'interno dei pantaloni e dei boxer. Facendo poi un passo in questo stato ho avvertito un dolore alla zona perineale e dei glutei, dolore abbatanza acuto ma che è poi svanito lasciandomi pesantezza e fastidio nella stessa zona soprattutto da seduto.
Il pene non presenta nulla di anomalo, nè ematomi nè altro, le erezioni sono buone e il dolore non si intensifica durante le stesse.
Sono comunque sicuro che il dolore avvertito non si localizzasse sul pene.
A cosa potrebbe essere dovuto quel dolore?
Vi ringrazio anticipatamente per le risposte.
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

potrebbe trattarsi di un problema muscolo-tendineo a livello del piano perineale e della muscolatura dei glutei.

Se il problema dovesse persistere allora si dovrà sentire in diretta il proprio medico curante.

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
La rigrazio tantissimo per la risposta, le volevo chiedere se lei quindi esclude complicanze e livello del pene (corpi cavernosi, corpo spongioso ecc) e degli organi genitali.
Il dolore avvertito comunque era localizzato nella zona del perineo ma comunque era interno, o così almeno mi sembrava.
Posso dirle che mi sembra di averlo già provato a volte, per esempio mi è capitato di mattina, camminando senza indumenti e avendo un'erezione, ad una oscillazione del pene dovuta al camminare stesso...non so se mi sono spiegato.

Comunque ringrazio lei e tutti i medici di medicitalia.it per la cordialità e la disponibilità che dimostrate in questo servizio stupendo.

Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Da questa postazione si ricordi sempre che non possiamo escludere nulla, mancando una visita clinica diretta, ma, solo da quello che ci racconta, possiamo tranquillizzarla e ci sembra che le strutture anatomiche del pene non siano coinvolte.