Utente 157XXX
Egregi Dottori, dopo che mi è stato diagnosticato un varicocele sx di 3° grado mi è stato prescritto ed ho eseguito un'esame del lquido seminale (spermiogramma), e sarei lieto di ricevere un vostro parere sui risultati prima di recarmi dall'urologo.

Astinenza: 5 gg
Volume: 1.8 ml
pH: 7.3
Aspetto: Proprio
Fluidificazione: Fisiologica
Viscosità: Nei limiti

CONCENTRAZIONE SPERMATOZOI
Concentrazione/ml: 105.000.000
Concentrazione/eiaculato: 189.000.000

MOTILITA' SPERMATOZOI
2ªh: 45% Rettilinea + 5% Discinetica
4ªh: 45% Rettilinea + 5% Discinetica

MORFOLOGIA SPERMATOZOI
Tipici: 25%
Atipici: 75% (teste amorfe, microcefalie, teste a punta, colli angolati)

Leucociti/ml: 700.000
Emazie: /
Elementi linea spermatogenica: Presenti
Zone di spermioagglutinazione: /
Cellule di sfaldamento: /
Corpuscoli prostatici: Presenti
Osservazioni: /

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

è un quadro seminale che sembra molto vicino alla normalità, se sono state seguite le indicazioni date dall'OMS.

Senta comunque il suo andrologo che spero abbia buone competenze in patologia della riproduzione umana.

Il primo passo generalmente è sempre quello di ripetere l'esame del liquido seminale.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
Egr. Dr. Beretta,
la ringrazio per la celere risposta.

Presumo che il laboratorio di seminologia a cui mi sono rivolto segua le indicazioni date dall'OMS, anche perchè fa parte di un dipartimento universitario di un'importante azienda ospedaliera romana.
Inoltre, a margine del referto viene riportata la seguente dicitura: (Valori minimi di riferimento: WHO 1992-2000).
Posso stare tranquillo?

Io mi sono rivolto presso un urologo, lei mi consiglia un andrologo?

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

un consiglio: non si fidi, a prescindere, delle strutture sanitarie che può trovare sul nostro territorio nazionale, chieda sempre eventualmente un consiglio al suo medico curante.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate sulla figura dell'urologo e dell'andrologo, le consiglio di consultare anche il seguente articolo pubblicato sul nostro sito:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/212-cos-andrologia-andrologo.html ,

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
Egr. Dr. Beretta,
la ringrazio del consiglio.

Ho consultato l'articolo da lei segnalatomi, ma nel mio caso specifico, secondo il suo modesto parere, a quale delle due discipline mi consiglia di indirizzarmi?

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

per aiutarla ancora a scegliere le dico che la differenza tra un andrologo ed un urologo è dovuta al fatto che generalmente il primo, anche quando affronta problemi nell'area uro-genitale o propriamente urologica, pensa sempre anche alle future conseguenze che possono avere le eventuali indicazioni diagnostico-terapeutiche sulla sfera sessuale e riproduttiva.

Fortunatamente molti urologi, come il sottoscritto, hanno anche la specialità di andrologia o viceversa.

Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
Egr. Dr. Beretta,

ho compreso la sua spiegazione e la trovo molto utile ai fini di un giusto indirizzamento.

La ringrazio nuovamente.

Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

comunque, fatta la valutazione uro-andrologica, ci tenga aggiornati sulle conclusioni diagnostiche e sulle indicazioni terapeutiche che le saranno date, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.