Utente 613XXX
Buongiorno,
ho 40 anni e pratico sport da sempre.
Pallavolo, campionato di I divisione d'inverno,
d'estate corsa e partitelle (2 alla settimana).
La mia frequenza cardiaca a riposo e' da anni
sui 52/55 al minuto e la mia pressione 120/80
(ogni tanto la minima arriva anche a 65/70, la massima
a 125).
Eseguo tutti gli anni (da almeno 10) ecg sotto sforzo
(raggiungo ancora i 400watt all'80% della fc max),
esami del sangue ed ecocardiogramma (esiti sempre positivi,
nel senso che e' tutto regolare).
Gli ultimi esami e prove le ho fatte a febbraio.
Da piu' di un mese non pratico attivita' fisica
per un risentimento muscolare al polpaccio.
Tuttavia da una decina di giorni la mia fc a riposo
(non sempre) si aggira intorno ai 40/42 battiti al minuto.
Vorrei sapere se mi devo preoccupare visto che:
- solo raramente in passato sono sceso fino a 48
- da un po' non pratico attivita' fisica
- da almeno qualche mese non faccio allenamento cardio (corsa o bici)
grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la bradicardia può permanere a lungo nei soggetti che praticano un'attività sportiva anche se interrotta. La sicurezza che il ritmo sia però regolare, ossia non connesso ad una alterata attività cardiaca, si può determinare solo da un banale ECG. Si sottoponga pertanto a tale esame se ha ulteriori dubbi.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 613XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno Dr. Martino,
innanzitutto grazie per la risposta.
Ho questi dubbi perche' da una media di 52/55 con picchi rari a 48, mi capita a riposo di arrivare a 40/42.
Ho ripreso da un paio di giorni l'attivita' e non ho nessun problema, arrivo al massimo a 140/150 e poi resto sui 55/60.
Mi sottoporro' comunque ad un ecg, anche se non vorrei
sembrare paranoico o ipocondriaco...semplicemente
estrema prudenza.

Grazie ancora per l'attenzione