Utente 166XXX
Salve, sono una donna di 36 anni e da 10 soffro di laringospasma.
In estrema sintesi il problema si presenta in corrispondenza di ogni semplice infiammazione alla gola e puntualmente durante il periodo primaverile (metà aprile-inizio maggio), anche se le prove allergiche sono risultate sempre negative.
I cortisonici in compresse (x le infezioni primaverili) non hanno portato ad alcun risultato mentre lo spray (con cortisone) ha addirittura acuito l’irritazione.
Un grande giovamento l’ho trovato invece in:
SINGULAIR, in compresse: un farmaco, che dicono essere nato per asmatici veri e propri
VENTOLIN SENZA CORTISONE: mi ferma nell’arco di brevissimo tempo lo spasmo ma spesso nelle infiammazioni peggiori ha un effetto solo di poche ore, in quelle più lievi diventa quasi risolutivo.
Da quando lavoro in un ambiente chiuso, dove il ricambio d’aria avviene attraverso sistema di filtri, la mia situazione è migliorata.
Vorrei cercare di arrivare una volta per tutte alla radice del problema che comunque altamente invalidante.
Spero di ricevere un aggiornamento da parte del papà che ha scritto per primo ed un parere da parte degli specialisti.
In attesa di urgente riscontro.
Grazie della collaborazione.
XXX

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile signora,
il laringospasmo è una patologia che riguarda le corde vocali, non di origine allergica, di stretta competenza otorinolaringoiatrica.
Il beneficio legato all'uso del broncodilatatore farebbe pensare piuttosto ad un broncospasmo, ma immagino che in 10 anni abbia già abbondantemente percorso tutto l'iter diagnostico.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Si, infatti. Tutti i controlli hanno mostrato l'assenza di asma, e anche io nn ho mai descritto ostruzione a livello bronchiale ma piuttosto a livello della laringe con blocco completo del respiro anche x diversi secondi.
Durante le infiammazioni: per tutta la durata del mal di gola (quindi circa 4 giorni)ho contrazioni ripetute a livello della laringe fino alla completa occlusione, anche per più giorni consecutivi – l’inspirazione mi è possibile solo forzandola (e quindi mi resta impossibile distendermi e riposare) e durante l’espirazione si avverte rumore dovuto ai tessuti che si toccano, spesso un sibilo-fischio e negli ultimi giorni di infiammazione, quando torno a respirare meglio mi si “spezzano” le parole per il ritorno di contrazioni più lievi.
Inoltre a volte lo spasmo che non mi sembra a livello della laringe ma più in basso è talmente violenta da provocarmi uno scatto del corpo (tipo singhiozzo).
Ciò che fa pensare ad un problema di tipo allergico, magari in aggiunta ad un problema più generale è la puntualità con la quale si verifica l'irritazione nel periodo primaverile (oltre alla gola presento irritazione alle gengive, alla lingua, al palato e in forma minima agli okki.
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
In tal caso l'otorino può giudicare (al di là della negatività dei test eseguiti finora) se esistono elementi obiettivi che riconducano ad un'allergopatia respiratoria. In tal caso potrebbe avere effettivamente un senso impostare una terapia antiallergica stagionale di fondo per indurre una riduzione della frequenza degli episodi.
Saluti,