Utente 106XXX
Egregi dottori è da maggio che avverto un dolore sopratutto se premo all'osso centrale che si trova subito sotto le clavicole.. credo che si chiami sterno. ruotando la schiena ogni tanto si sente questo scricchiolio. sono andato dal medico e mi ha detto che e un problema di infiammazione e mi ha detto che passa con il tempo... solo che ora sono quasi 3 mesi che non passa e sembra che stia peggiorando. che puo essere? ringrazio tutti i medici dello staff

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

nei soggetti giovani può verificarsi a volte l'eventualità di una sternocondrite (o sindrome di Tietze), ovvero uno stato infiammatorio delle articolazioni tra lo sterno e le cartilagini costali. Qualora tale evenienza sia confermata da una visita medica si tratta con farmaci antiinfiammatori (cortisonici o non steroidei a seconda della gravità dei sintomi) per un periodo di tempo adeguato (1-2 mesi), per ottenerne la completa risoluzione.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
Ma se per caso non volessi prendere antinfiammatori c'e la possibilita che si risolva con il tempo? C'è qualche precauzione o attivita che posso fare per favorire la guarigione?
[#3] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Una visita medica in genere è sufficiente per porre il sospetto diagnostico, la diagnosi, a giudizio clinico, può richiedere l'esecuzione di esami ematici comprensivi degli indici di infiammazione (PCR,VES) e un eventuale approfondimento strumentale /radiologico per escludere la presenza di ulteriori cause della sintomatologia dolorosa.

In genere, qualora si tratti di una sternocondrite, questa tende ad evolvere verso una forma cronica, anche se una (lenta!) risoluzione spontanea del disturbo sia possibile.
Non vi sono particolari comportamenti da tenere, a parte evitare colpi/traumi sulla parte interessata.

Cordiali saluti