Utente 167XXX
Gentilissimi dottori vi chiedo un consulto medico molto veloce.
il 20 luglio ho subito una lussazione temporo mandibilare bilatelare,
durante tale lussazione i condili sono andati totalmente dietro,
sono stati effettituati i seguenti esami: radiografia, Tac ed ora sono in attesa di prendere il risultato della Risonanza.
Il primo consulto specialistico ha evidenziato uno spostamento verso sinistra della mandibola, alcuni contatti sono praticamente saltati,
ho continue emicranie.
La mia domanda è molto semplice, in attesa del rientro dalle ferie del mio specialista di fiducia esperto in maxillo facciale,
vorrei chiedervi se come possibile soluzione vi è solo quella dell'atroscopia.
Inoltre vorrei chiedervi cosa vuol dire che il mio menisco o disco, non è rientrato nella sua posione?
Vi ringrazio per le vostre eventuali risposte
Cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile utente l'artrografia consente di guardare dentro l'articolazione senza aprire e dando la possibilità di eseguire anche atti chirurgici.
In linea generale però non conoscendo il caso specifico le posso dire che questa non è l'unica tecnica che si applica ai casi come il suo.
La invito quindi ad attendere il parere del suo medico di fiducia o di un esperto in gnatologia,che visionata anche la risonanza potrà stabilire la terapia più opportuna.

Inoltre vorrei chiedervi cosa vuol dire che il mio menisco o disco, non è rientrato nella sua posione?
Per l'appunto è dislocato, si trova cioè alloggiato in una posizione non fisiologica.
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Temo ceh alcune idee non siano molto chiare.
Il primo specialista di riferimento è lo gnatologo, o un dentista con cultura gnatologica.
E' lui che invia al chirurgo maxillo-facciale se il caso viene giudicato di competenza chirurgica.
A volte il maxillo-facciale ha competenze gnatologiche, ma non è una cosa automatica.
E' lo gnatologo, eventualmente in consulto con il maxillo-facciale, che prescrive le radiografie necessarie, a seconda delle domande a cui vuole dare delle risposte.

Altrementi si fanno esami a casaccio (come lei ha fatto per esempio con la TAC) senza una reale indicazione.
[#3] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
gentilissimi medici,
sicuramente sono stata poco chiara.
il 20 luglio ho avuto una lussazione temporo mandibolare bilaterale,visto che i medici del ps non riuscivano a fare la manovra di riento mi sono stati effettuate le seguenti indagini:2radiografie, e visto che non erano chiare il medico hanno deciso di effettuare una tac per capire la posizione della lussazione. Attualmente il medico ha deciso di effettuare una Risonanza per avere una idea più chiara della patologia. Gli accertamenti sono chiaramente chiesti dai medici non da mia libera iniziativa visto che non è la mia materia.Il medico a cui mi sono rivolta collabora con un chilurgo maxillo facciale e ha ritenuto che fosse sua materia, in quanto ritiene che ci siano dei danni dovuti alla lussazione.
Ora data la mia ignoranza volevo avere chiarimenti su cosa vuol dire menisco, disco, dislocazione.
Premetto che non era la prima volta che mi si bloccava la mai mandibola,tutte le altre volte sono riuscita a chiuderla tramite la manovra spiegatami da un gratologo 10 anni fa, il quale mi spiegò che dovevo stare attenta solo ai movimenti. Inoltre quato gnatologo mi spiegò che era una malformazione congenita. Il mio attuale problema è un dolore lancinate e persistente. La domanda che volevo proporvi è di natura informativa, ribadisco non essendo la mia materia vorrei arrivare preparata, almeno teoricamente sulla mia "problematica".
Cattiva chiusa e il fatto che i contatti non siano regolati mi è stato detto da un medico, presuppongo preparato.
Ringraziandovi delle vostre risposte
Vi porgo i miei più cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Ora è un pò più chiaro il quadro della situazione.
Ma restano ancora parecchi punti oscuri.

Lo gnatologo le ha spiegato le manovre di riduzione 10 anni fa, quando lei aveva 15 anni?

I suoi denti, in questo momento, chiudono fra di loro a destra e sinistra, anche se in posizione diversa da prima?

E' permessa, in questo momento, una apertura della bocca?

Esiste una malocclusione dentale precedente all'evento traumatico?
Se esite, quale progetto terapeutico è stato ipotizzato?

Ci sarebbero tante domande da fare per un inquadramento diagnostico, e non possiamo, di fronte ad un caso complesso come sembra essere il suo, che limitarci a fornire delle semplici indicazioni di percorso da seguire.

Contatti al più presto il suo gnatologo: è lui che deve valutare la sua situazione collaborando, se sarà il caso, con il chirurgo maxillo-facciale per le aree di competenza.
E' lo gnatologo che le potrà inoltre instaurare una terapia urgente per il dolore.


[#5] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Gentillissimo Dottore,
la ringrazio, ora mi sembra un pò più chiaro l'intervento da procedere,
la dentatura è cambiata a seguito della lussazione, ora i miei denti sono leggermente spostati verso sinistra, saranno complessivamente 3, massimo 4 millimetri.
L'apertura della mandibola c'è, ma ad esempio ieri durante la risonanza non riuscivo ad avere la bocca aperta per più di 2 minuti.
Il fatto che mi fa ridere, è che lavoro nel campo turistico e nel mese di agosto la maggior parte dei medici è in ferie...
L'ultima domanda, sfrutto la vostra disponibilità, durante il mio turno di lavoro parlo tanto e accuso dei dolori molto forti, è tutto normale??
Vi ringrazio ancora per la vostra disponibilità

[#6] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Inoltre...mi è stato spiegato che durante la lussazione i condili sono andati totalmente in dietro, il pronto soccorso voleva intervenire con un intervento.
Partendo dal presupposto che sono artàrivata in pronto soccorso nell'arco di 10-15 minuti e sono rimasta con la bocca aperta per 1 ora e 40 minuti,prima che il medico riuscisse ad effettuare la manovra.
Volevo chiedervi se una così lunga durata ha provocanto un peggioramento?? Grazie ancora per la vostra disponibili
[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Difficile dare una risposta a queste domande.
I suggerimenti sono quelli del "buon senso": cerchi di affaticare meno possibile la masticazione.

Faccia anche una prova, ritagliando un pezzo di plastica rigido sagomato a ferro di cavallo.
Lo inserisca in bocca fra le arcate, e lo tenga qualche minuto almeno con i denti a contatto ma senza mordere.
Se avverte un miglioramento della contrattura muscolare e del dolore, cada in farmacia a comprare il dr. BRUX.
E' un bite automodellabile, utile nelle situazioni di emergenza come la sua e le consente di prendere tempo in attesa del consulto gnatologico.

Non sostituisce naturalmente un bite "su misura" di uno gnatologo.

Inutile però se la prova con il pezzo di plastica di cui sopra non da un miglioramento della sintomatologia.
[#8] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
gentilissimi dottori,
approfitto ancora della vostra buona volontà per chiederti cosa vuol dire il risultato della mia risonanza:
"A dx si osserva una parziale sublussazione del menisco, che mostra segni di natura degenerativa, con scarsa ampiazza della fase dinamica, con condilo che non ragiunge la parete posteriore del tubercolo anticolare. non si rilevano immagini da raccolte peri articolari, nè alterazioni osteo strutturali a focolaio in atto.
Lussazione anteriore del menisco a sinistra che mostra segni di natura degenerativa, con scarsa ampiezza della ase dinamica, con condilo che non ragiunge la parete posteriore dek tubercolo articolare.
Non si osservano immagini da raccolte periarticolari nè alterazioni osteo strutturali a focolaio in atto.
Il quadro deporrebbe in prima ipotesi per incoordinazione motoria condilo- neniscale di tipo irriducibile."
Di tutto ciò che c'è scritto non ho capito nulla. Volevo in oltre domandarvi che differenza c'è tra lussazione e sublussazione. Inoltre Dottor Formentelli il medico che mi ha visitato è uno stomatologo. Inoltre mi consiglio di non prendere nessun bite perchè ancora non sapeva la posizione.
Ringraziandovi della cortesi disponibilità vi auguro un buon fine settimana
RI
[#9] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Confermo: non metta un bite autoprodotto.
Si rechi da uno gnatologo, uno "puro", che faccia solo questo, perchè non sembra un caso facile.
Potrebbe (in linea ipotetica, per ora), essere considerato un approcchio chirurgico.

Ma prima si consulti con lo gnatologo.
[#10] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio gentilissimo