Utente 163XXX
Mi hanno fatto fare un eco cardiogramma da sforzo con pedana non riuscendo a capire se i miei sintomi dipendono da un problema cardiaco o da attacchi di panico. (circa 3/4 ore dopo aver fatto ginnastica, da 3 anni a questa parte, provo senso di oppressione al petto, braccio sinistro pesante ed addormentato, senso di svenimento, ansia, sudori. Mi capita sempre al 90% dopo aver fatto attività fisica o uno sforzo, ma anche un paio di ore dopo che magari mi sono incavolata per qualcosa, oppure se ritardo un pasto).
Il cardiogramma da sforzo ha avuto questo esito:
"Il paziente si è esercitato secondo il bruce per 9.34 min.sec ottenendo un buon livello di lavoro di mets max: 10.90. La frequenza cardiaca a riposo inizialmente era di 108 bpm; è salita ad una frequenza cardiaca massima di 176 bpm, che rappresenta il 95% della frequenza cardiaca massima prevista per l'età. La pressione sanguigna a riposo era di 110/80 mmhg; è salita ad una pressione sanguigna massima di 150/80 mmhg. il test di esercizio è stato arrestato a ausa di affaticamento del paziente.
Conclusioni: test massimale per FC max teorica raggiunta.
Incremento crono-pressorio fisiologico
Buona tolleranza alla sforzo
Al picco lievi alterazioni ST-T in V5-V6 ai limiti per criteri diagnostici per ischemia miocardica in pazienti a bassa probabilità pre-test, non aritmie, non sintomi. Recupero nella norma"
Siccome mi avevano detto che l'esame era buono, cosa sono quelle alterazioni rilevate? dovrei procedere ad altri esami per valutarle?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Bisogna premettere che si tratta di un elettrocardiogramma da sforzo (non di un ecocardiogramma) e che senza la visione diretta del tracciato non è possibile dare un adeguato giudizio sulla significatività delle alterazioni eventualmente riscontrate.
Dalla lettura del referto posso arguire che il collega esaminatore ha rilevato delle modifiche del tracciato elettrocardiografico, che ha ritenuto di interpretare come aspecifiche sia per la Sua bassa probabilità pre-test (sesso femminile, giovane età, costituzione fisica, non riferiti particolari fattori di rischio) che -presumo- per la morfologia delle alterazioni stesse, tanto più in quanto riscontrate in assenza di sintomi specifici.
Stia pure tranquilla: non mi sembra il caso di preoccuparsi nè di consigliarLe ulteriori approfondimenti in tal senso.
Cordiali saluti