Utente 155XXX
Buongiorno, ho 29 anni e da qualche giorno mi capita di avere il glande rugoso dopo i rapporti sessuali.Inoltre la lubrificazione del glande è quasi inesistente e tende a seccarsi velocemente.
Mercoledi ho una visita dal venereologo ma vorrei se possibile qualche informazione a riguardo di quello che mi sta succedendo.
Non sento ne dolore ne prurito, solo questa forte secchezza al glande.
Ho curato la candida 3 mesi fa con nizoral shampo e delle applicazioni di gentalin e un'altra pomata di cui non ricordo il nome.
Recente mente alla mia compagna era stata nuovamente riscontrata la candida che abbiamo curato con compresse di sporanox 2 per 3 gg.
Sono attualmente in cura dallo psichiatra per attacchi di panico e assumo zoloft e en.
Grazie per la vostra disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a naso penserei ad una candidosi ma,senza poter osservare di persona,e' solo un'ipotesi.Esegua un tampone batteriologico del secreto balanico.Cordialtia'.
[#2] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
In attesa di fare la visita dal venereologo nel pomeriggio ho notato che da circa 2 giorni che il pene risulta più gonfio del solito, con le vene ben in evidenza su tutta la pelle.
Ho una macchia liscia di forma ovale vicino al prepuzio e la corona del glande di un colore più scuro rispetto al normale
Ho iniziato ad avvertire dei leggeri fastidi all'inguine.
Continuo a non sentire ne bruciore ne dolore.
Questo ad oggi il quadro completo della mia situazione.
Devo contattare anche un andrologo o aspetto comunque prima il parere del venereologo?
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
caro lettore,

cercherei di accennare a questi problemi con il suo psichiatra. Nel contempo si faccia vedere da un andrologo che possa stabilire se esistano problematiche andrologiche tali da crearle problemi genitali e come, eventualmente, superarle
Dalla sua descrizione si potrebbe pensare alla non esistenza di alcuna malattia
cari saluti