Utente 173XXX
buon pomeriggio dott. sono un ragazzo di 32 anni da un paio di anni a questa parte soffro di dolori al torace che si irradiano solo sul lato six tutto ma si spostano sempre,scosse come corrente elettrica che percorrono il lato six , sudorazione e vampate di calore con tachicardia; ho eseguito holter pressorio ( 1 valore solo alto 180 - 80 ), ho eseguito holter cardiaco 24h ( 4 episodi di bradicardia durante la notte con 39 battiti percepiti ) faccio notare che sono uno sportivo ,ho eseguito la prova sotto sforzo ma niente di rilevante, ho eseguito un ecocardiogramma dove si evidenziava un lievissimo rigurgido della tricuspide , per ultimo ho eseguito scintigrafia miocardica cn mezzo di contrasto niente di rilevare ma il cardiologo si è accorto che era da sospendere la prova da sforzo in quanto si è accorto che raggiungo il massimo della frequenza cardiaca dopo circa 5 minuti ed essendo uno sportivo non è corretto. ho eseguito un ecografia tiroidea dove si evince tiroidite cronica con presenza di rari alcuni numerosi linfonodi laterocervicali bilaterali ovoidali di aspetto reattivo. cosa possono essere questi sintomi?? centra il cuore ?? cmq analisi al sanhue normali ft3 ft4 tsh nella norma sono solo elevati gli aam 1500. la ringrazio per la gentile risposta .... mi aiuti sto impazzendo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
171326

Cancellato nel 2012
Se ha in atto una tiroidite possono esserci tachicardie e sbalzi di pressione, e se gli Holter sono stati fatti in un giorno in cui ha avuto questi sintomi permettono di escludere problemi cardiaci primitivi. Credo che vada approfondito il problema della tiroide con uno specialista, il cuore credo sia uno spettatore innocente del problema. Questo naturalmente in base a quwllo che mi riferisce.
[#2] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
GRAZIE MILLE PER LA RISPOSTA CELERE... UN ULTIMA DOMANDA, QUINDI POSSO RIPRENDERE L'ATTIVITà FISICA NONOSTANTE CHE DOPO 5 MIN LA FC SALE AL MASSIMO??? ED è NORMALE CHE DURANTE LA NOTTE LA FC SCENDA A 40 ?? ( MONITORATA CON CARDIOFREQUENZIMETRO ) PUò SECCEDERMI QUALCOSA NEL SONNO MAGARI NON ME NE ACCORGO?? QUINDI LE MI DICE CHE I GIRAMENTI DI TESTA E I SINTOMI PRESCRITTI SONO UN PROBLEMA TIROIDEO?? GRAZIE ANTICIPATAMENTE E BUON LAVORO
[#3] dopo  
171326

Cancellato nel 2012
negli atleti è normale che la frequenza si abbassi di notte, e questo non costituisce un problema. Provi a fare un po di attività fisica monitorizzando la frequenza alla fine dello sforzo e dopo 1 minuto per verificare il recupero, e quando le vengono i mal di testa misuri la pressione.