Utente 413XXX
Salve, mi chiamo Katia e ho 40 anni, all'età di 27 anni mi è stata diagnosticata la sindrome di WPW pur non avendo mai avuto sintomi particolarmente evidenti. Purtroppo da un paio d'anni la situazione è cambiata, infatti episodi di tachicardia ed extrasistoli sono abbastanza frequenti con associato gonfiore alla parte sinistra dell'addome,meteorismo e necessità di evacuare.Gli esami clinici, quali elettrolitici(sodio e potassio) ,tiroidei con relativi anticorpim, fin ora, effettuati hanno dato tutti esito negativo.
L'ecocardio ha messo in evidenza, fra l'altro, un lieve prolasso della parte anteriore della valvola mitralica mentre l'ecg ha evidenziato per l'appunto la suddetta sindrome.
Dal momento che non sto effettuando alcuna cura vorrei avere qualche chiarimento su questa situazione.
Nel ringraziarvi anticipatamente vi invio cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Paolino Brindicci
24% attività
0% attualità
8% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Carissima signora, è evidente che debba sottoporsi innanzitutto ad un esame Holter. Successivamente ,se il suo cardiologo lo riterrà opportuno, sottoporsi ad uno studio elettrofisiologico per verificare la benignità di tale sindrome. La saluto cordialmente e mi faccia sapere.
[#2] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2007
Professore Brindicci la ringrazio per la sua risposta e la informo che ho effettuato l'esame Holter, come da lei consigliato. Le scrivo qui di seguito l'esito dato dall'esame per come trascritto dal cardiologo: "la paziente si è mantenuta in ritmo sinusale per tutta la durata della registrazione con PQ corto e onda delta come da via accessoria, ad una frequenza cardiaca media di 76 battiti al minuto (min.49, max 131 bpm). Tre extrasistoli sopraventricolari tutte singole ed una sola extrasistole ventricolare. Da segnalare diversi episodi di tachicardia. Effettuare visita internistica gastroenterologa."
Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensa lei del consiglio datomi dal medico. La ringrazio cordiali saluti