Utente 174XXX
Salve, ho 29 anni, DA 7 anni soffro di ansia, attacchi di panico e assumo enctact da 20 da circa 2 anni.
Nei mesi scorsi ho riscontrato una secrezione gelatinosa giallastra nello sperma e ho deciso di fare un esame culturale e uno seminale.
Quello culturale ha dato esito negativo, nessun batterio o infezione.

Quello che mi preoccupa è quello Seminale:

volume: 2cc Aspetto:Citrino opaco
fluidificazione:completa viscosità :normale Ph7.8

NUMERO SPERMATOZOI. 12.000.000

MOBILI PROGRESSIVI40% MOBILI IN SITU 10%, IMMOBILI 50%
MOBILITA PROGRESSIVA DI 1-1,5: 40% INDICE MOBILITA' 0.50

FORME NORMALI:20% ANOMALIE DELLA TESTA 67% ANOMALIE DELLA CODA 8% IMMATURE 2%

DIAGNOSI.OLIGOSPERMIA.BRADICINESIA.DISMORFIA DI ALTO GRADO.

Devo preoccuparmi molto di questo risultato? Può essere stato alterato dal lungo periodo di stress e dal farmaco che assumo? Ci sono cure per evitare la sterilità?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Prima di pensare alle "cure" bisogna essere sicuri dell'esito dell'esame sul suo liquido seminale.

Quindi ora bisogna sentire un andrologo, esperto in patologia della riproduzione umana, e con lui decidere il laboratorio dedicato dove ripetere il suo esame del liquido seminale.

Ripetuto l'esame e verificata la sua situazione allora si potrà ridiscutere in modo più realistico il suo reale problema.