Utente 101XXX
salve,
ho una figlia di 22 anni, che dall'età di 6, tiene sotto controllo una tachicardia atriale incessante con una fc media intorno ai 110bpm e con picchi di 150. A gennaio 2009 di è sottoposta ad una procedura di ablazione transcatetere, ma senza ottenere il risultato sperato, ma solo una riduzione della frequenza media intono ai 90bpm con la presenza incessante di tachicardia atriale.
Prima dell'ablazione non si è mai accorta della tachicardia, cosa che invece dopo l'ablazione capita di avvertire.
Vorrebbe cercare di risolvere in maniera definitiva questa tachicardia ma non sappiamo dove rivolgerci e a chi.
Per la prima ablazione ci siamo recati a Milano, ma ora non so cosa fare e a che struttura rivolgermi.
In attesa di una vostra cortese risposta
Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buonasera. Qui a Pisa abbiamo una ottima struttura pubblica di aritmologia può contattarla per gli accertamenti che verranno ritenuti necessari. Cordialità. Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
grazie mille per la risposta, ma avevo sentito parlare di torino come centro con minor tasso di insuccesso, ma non so di che struttura si tratti. Vorrei sapere se qualcuno è a conoscenza di ciò.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Una città come Torino ha sicuramente un centro aritmologico eccellente. Saluti. Cecchini