Utente 178XXX
Salve,
vi ringrazio in anticipo per l'aiuto che mi darete.

Ho 25 anni e con la mia ragazza sto facendo le mie prime esperienze sessuali. Ho già avuto altre ragazze in passato ma non ci si era mai spinti oltre i baci.

3 mesi fa abbiamo provato ad avere un rapporto completo: senza successo perché lei sentiva dolore. Cosa normalissima questa, però in quell'occasione io riscontrari in me 2 problemi:

1) difficoltà tenere un'erezione stabile (addirittura ci fu un afflosciamento mentre infilavo il preservativo, alla fine ne dovetti buttare un paio perché non riuscivo più a metterlo);
2) anche se poi siamo andati avanti con stimolazioni manuali ed orali, non ho raggiunto l'orgasmo.

Stamattina abbiamo riprovato ad avere un rapporto sessuale (dopo così tanto tempo perché purtroppo per vari motivi non abbiamo posti dove farlo e dobbiamo attendere la prima occasione utile). Siamo riusciti ad andare avanti con la prenetazione, ma due cose ancora mi lasciano perplesso:

1) l'erezione non era soddisfacente, non saprei come spiegare, ma non era al massimo delle suo potenzialità come invece mi è capitato di avere tramite masturbazione solitaria;
2) tendenza ad afflosciarsi, che mi costringeva ad estrarlo dalla vagina della mia ragazza e tentare di "riprenderlo".

Alla fine comunque siamo andati avanti per un quarto d'ora, ma non ho raggiunto l'orgasmo, vuoi per difficoltà a volte a riuscire ad inserirlo nella vagina, vuoi per i miei problemi.

Con la masturbazione solitaria invece ho erezioni soddisfacenti ed eiaculazioni, solo che sono frutto delle intense sollecitazioni della mano. Il punto di cui mi sto convincendo è che rispetto a qualche anno fa le erezioni spontanee mi sembra non siano durature e stabili. Io ricordo quando uscii con la mia prima ragazza (avevo 19 anni), ebbi una erezione improvvisa e violenta (tant'é che provavo dolore a causa della costrizione del jeans) quando lei mi prese solo per mano. Oggi tutto questo non mi sembra più possibile.

Che cos'è? Abitudine? Troppa masturbazione (negli ultimi anni mi masturbo una volta al giorno, anche se in vista di oggi avevo evitato negli ultimi 2 giorni per non arrivare scarico)? Ansia da prestazione (vi assicuro però io mi sentivo del tutto tranquillo e rilassato)? Disfunzioni ormonali?

Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'inesperienza gioca brutti scherzi e,con il passare del tempo,fatalmente si finisce per accanirsi inutilmente ed uscire...stremati da un incontro sessuale,senza avere piu' il controllo della eiaculazione e della erezione,il tutto condito dalle (frequenti) difficolta' nell'indossare il profilattico.Consulti il Suo medico e programmi con lui una visita andrologica.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore,
la ringrazio per la celere risposta.

Quindi lei ritiene che si tratti solo di un problema di inesperienza? Mi sento di concordare perché non avendo pratica ovviamente mi sono scontrato con le difficoltà del caso, sia nell'infilare il preservativo sia nel riuscire con successe a compiere la penetrazione.

D'altro canto come descrivevo mi preoccupa però lo stato dell'erezione anche prima di compiere queste operazioni. Quindi ritiene sia il caso di una visita andrologica? Se è possibile, mi può spiegare che tipo di esami si effettuano in questi casi (non sono mai stato da un andrologo).

Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...gli esami diagnostici devono sempre seguire una visita medica diretta.
Cordialita'.