Utente 153XXX
salve sono un ragazzo di 31 anni e dall'età di 13 anni soffro di attacchi di tachicardia(con conseguente attacco di panico x paura di morte imminente) ed extra sistole(sensazione ben avvertita di cuore che si ferma x poi ripartire), ho praticato sport(calcio) fin da ragazzino e all'età di 19 anni ho deciso di smettere perche avevo frequenti attacchi durante gli allenamenti o le partite e mi spaventavano enormemente , durante la partita continuavo a giocare ma con enorme difficoltà non ho mai parlato del problema nemmeno ai miei familiari per paura. sono finito 2 volte a pronto soccorso nel 1999 e nel 2007 xke gli attacchi erano cosi forti ( solo in questi due episodi) che mi sono durati ore ed ore( nel 2007 mi e durato 50 ore)al pronto soccorso mi hanno fatto ecg secondo loro era tachicardia sinusale ma l'attacco a me viene improvviso(parossistica?) e scompare all'improvviso da quando ho capito che non rappresentavano un pericolo di morte x la mia salute ho imparato a controllarli ad esempio smettendo di respirare riesco a farli cessare quasi dopo pochi secondi o minuti, comunque la frequenza degli attacchi è abbastanza modesta( minimo 2 a max 5 all'anno rimanendo largo... e durano pochi minuti)non ho mai fatto visite approfondite per paura se non in quei due episodi al pronto soccorso..e fino all'età di 19 anni facevo visite x idoneità sportiva,e sempre idoneo stato..( mma le extra sistole nn mi venivano durante l'ecg) ricordo un episodio che ebbi un attacco di tachicardia durante l'ecg ma il medico non si accorse di nulla....com'è possibile?in compenso non voleva darmi l'idoneita x la spirometria a suo dire mi entrava poca aria nei polmoni.mentre le extra sistole invece le subisco quotidianamente a volte 2 a volte 10 a volte 4 ho notato quando sono stressato o nervoso allora mi vengo tante anche 30 o 40 e anche 3 di fila(tripletta)o 4... ma in episodi rari. esempio quando faccio palestra(pesi) non compaiono ma se faccio respiri troppo profondi possono scatenare un extra sistole o addirittura un episodio di tachicardia(ma raro ).---DOMANDA UNO--- da quello che ho detto rischio per il futuro?(considerando che ne soffro ormai da quasi 20 anni)----DOMANDA 2---- i miei attacchi sono di tipo parossistico o sinusale?(vengono all'improvviso)---DOMANDA 3---al pronto soccorso si sarebbero accorti di qualche malattia grave?(dato che ero in pieno attacco di extra sistole e di tachicardia contemporaneamente)---DOMANDA 4---e x la vostra esperienza sono TOLLERABILI 2 o 3 max 5 attacchi durante l'anno? e sono tante qualche extra sistole al giorno?(leggendo alcune persone nei forum vengono anche da 300 a 1000 al giorno) la mia pressione è buona(120-80) ho 60 battiti al minuto al riposo(faccio palestra con pesi).durante gli attacchi respiro male non ho altri sintomi. vi ringrazio anticipatamente e spero risponderete gentili MEDICI DI medicitalia.it

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,
è assolutamente indispensabile che Lei si sottoponga innanzitutto ad una visita specialistica cardiologica, e successivamente almeno ad un ECG Holter (per evidenziare se effettivamente è affetto da una aritmia, e da quale) e ad un test da sforzo (per evidenziare le conseguenze di uno stress massimale sull' eventuale aritmia).
Solo in seguito sarà possibile rispondere alla Sue domande. Ragionare in astratto, infatti, senza avere almeno una ipotesi di diagnosi, non solo è inutile, ma spesso è fuorviante e può portare a decisioni errate e controproducenti per la salute del paziente.
Cordiali saluti