Utente 183XXX
Ieri appena finito il primo tempo della partita di calcio mentre mi avviavo negli spogliatoi, all'improvviso ho sentito una specie di tonfo al cuore, credo un extrasistole e subito il cuore ha iniziato a battere velocissimo come non avevo mai sentito battere e per circa un minuto e mezzo ha continuato così e poi ha smesso(cercando in internet credo sia stata una tachicardia parossistica)e poi non sono tornato in campo. Io ho 18 anni e a inizio anno nella visita medica per l'idoneità al calcio mi avevano trovato un soffio al cuore e allora ho fatto un Eco Cardio Color Doppler dove però è risultato che era tutto a posto e che potevo tranquillamente giocare. Però dopo questo fatto ho paura, non mi era mai successo. Premetto che sono un tipo molto ansioso e ultimamente è un periodo dove mi sento un pò stressato e anche in quella partita in particolare ero molto ansioso. Poi c'è da aggiungere che prima della partita avevo mangiato anche parecchio e sentivo che non avevo digerito bene però non era la prima volta che mangiavo così prima della partita. E in più proprio nella mattina sempre di quel giorno mi ero svegliato con un gran mal di stomaco(che tempo neanche un ora era passato da solo) credo perchè la sera prima avevo mangiato molto e tardi e sono andato a dormire dopo neanche mezz'ora.
Poi un altra cosa che non so se sia collegataè da circa un mese ormai che ho uno strano dolore al centro del petto. Però questo dolore non mi viene normalmente se respiro ma solo se per esempio schiaccio la gabbia toracica o se ispiro molto profondamente stringendo sempre la gabbia toracica. Può essere collegato o no? Perchè ho anche notato che quando prendo freddo fa un pò piu male e magari anche respirando normalmente sento un lieve fastidio ma stando al caldo si allevia un pò e torna a farmi male solo se "stringo" la gabbia toracica.
Sicuramente andrò dal mio medico per sapere cosa mi dice però volevo un parere se devo preoccuparmi o no per questa situazione e cosa può essere. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

alcune considerazioni:

- Il dolore da lei descritto non sembra essere di genesi cardiaca, ma verosimilmente muscolo-scheletrica.

- La sua giovane età e la normalità dell'esame ecocardiografico ci tranquillizza circa eventuale problematiche ishemiche.

- l'extrasistole che ha avvertito (probabilmente innescata dallo stress psico-fisico o dal pasto abbondante prepartita) e che ha innescato la tachicardia parossistica rende doveroso l'esclusione di substrati aritmici di tachicardia mendiante l'esecuzione di Elettrocardiogramma, Test da Sforzo ed ECG Holter 24h.

- Questi tre semplici esami, che integrano l'ecocardiogramma che ha già praticato, ci indirizzeranno verso la corretta gestione del caso.

Cordiali Saluti

[#2] dopo  
Utente 183XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille Dottore non potevo chiedere risposta piu completa, però vorrei chiedere un ultima cosa: Visto questi sintomi può essere qualcosa di grave? c'è da preoccuparsi o può anche essere una cosa da niente?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

le ipotesi sono due:

- Extrasistoli con tachicardia sinusale (accelerazione fisiologica dei battiti)

- Extrasistoli con innesco di tachicardia da rientro

Mentre la prima può essere legata ad ansia, agitazione, modifiche dei valori ematici di ormoni tiroidei (da controllare con un semplice prelievo ematico), anemia, ecc ecc.

La seconda è in genere espressione di un circuito elettrico che si crea per colpa di un "filetto" in più presente nel cuore.

Il consiglio è comunque di essere sereni visto che entrambe le situazioni non condizionano la prognosi di vita e per entrambe c'è rimedio.

Il collega cardiologo che la visiterà e valuterà le indagini effettuate, La saprà sicuramente ancor di più tranquillizzare.

Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Utente 183XXX

Iscritto dal 2010
Un ultima domanda, nell'attesa di fare le visite posso praticare calcio o meglio se sto fermo?
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

nell'attesa delle visite mediche, Le consiglio di non effettuare attività fisica intensa.

Cordiali Saluti