Utente 436XXX
MIO MARITO DEVE EFFETTUARE UNA BIOPSIA TESTICOALARE CHIRURGICA IN QUANTO GLI E' STATA DIAGNOSTICATA UNA MARCATA OLIGOSPERMIA.LO SPECIALISTA NON E' STATO MOLTO SPECIFICO NELLA SPIEGAZIONE DELL'INTERVENTO ,E QUINDI SE FOSSE POSSIBILE VORREI SAPERE COME VIENE ESEGUITO PERCHE' SONO UN PO' PREOCCUPATA .GRAZIE PER LA RISPOSTA .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
cara signora l'interevento è molto banale, viene presa una parte del testicolo per via srotale
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
cara lettrice,
nella mia esperienza di andrologo penso di aver effettuato migliaia di biopsie testicolari perchè nel passato si pensava che un esame istologico testicolare potesse guidare la terapia della oligo-azoospermia. Dalla metà degli anni '90 ci si è resi conto che idanni della biopsia testicolare erano sicuramente superiori alle informazioni che ne potevano derivare.
Generalmente, oggi, si effettua una biopsia testicolare solo per capire come mai i testicoli non producano spermatozoi e se ci possano essere opportunità per una terapia di stimolo farmacologico.
In un caso di marcata oligospermia io non vedo l'utilità di una biopsia testicolare al fine di conseguire una gravidanza.
Cerchi di approfondire l'argomento con il collega che la ha proposta.
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 436XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dottore
la ringrazio per la risposta ma anche il nostro medico
ha definito l'intervento con la stessa terminologia
ma noi volevamo sapere l'esecuzione precisa, se si
interviee con un bisturi oppure con un ago, se ci
saranno punti di sutura dato che su internet leggendo
ho notato che l'intervento puo' essere eseguito con
due modalita' diverse.
la ringrazio in anticipo per la pazienza e la risposta.
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,sono in accordo con quanto esposto dal Collega Pozza,inoltre,penso che Suo marito veleggi intorno ai 40 anni per cui sconsiglierei una biopsia ai fini strettamente diagnostici.
Tralaltro non avendo informazioni né sull'anamnesi,né sull'obbiettività né su dati laboristici (FSH ed altri ormoni),mi trovo in imbarazzo dinanzi ad una proposta del genere.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
concordo a pieno con le indicazioni date dai colleghi Pozza ed Izzo. Attualmente non si propone nel campo della infertilità maschile una biopsia testicolare solo per fare una diagnosi ,cosa che possiamo tranquillamente fare con molte altre indagini meno invasive. L'unica indicazione ad un prelievo bioptico dal testicolo rimane l'eventuale recupero di spermatozoi direttamente dalla polpa testicolare e questo generalmente viene proposto quando non ci sono spermatozoi nel liquido seminale.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
perfettamente daccordo con i colleghi
[#7] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Concordo pienamente e mi allineo con le saggissime osservazioni esposte dal collega Pozza.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.